L’anno che verrà


Questi sono gli ultimi giorni dell’anno e come di consueto (anche se si dice sempre: “Quest’anno non lo faccio!!!!) sono i giorni in cui si ripensa all’anno appena trascorso e si fanno propositi e pensieri per l’anno che tra poco comincerà.
I miei propositi, pochi (perchè il multitasking non fa per me) e intimi, sono sempre gli stessi da 12 anni a questa parte, cioè dall’anno in cui mi sono sposata e ho formato una famiglia. Alcuni anni sono riuscita a mantenerli e altri un po’ meno (va da sè, sono umana, non sono un robot e poi perdonarmi è una grande sfida per me).
Volevo condividere una riflessione che mi è arrivata stamattina per e-mail.
E’ molto bella! Mi ha colpito e penso che possa essere un ottimo spunto per vivere serenamente e in piena consapevolezza l’anno che verrà….
“Essere grati a chi ci ha donato la vita, a chi ci sta vicino, a chi ci ama, essere grati anche a chi non ci vuole bene perché grazie a loro possiamo migliorarci.
Sapete qualʼè la pratica personale idonea per questo “anno che verrà”?
Lavorare, lavorare e ancora lavorare per trasformare i nostri difetti in qualità da mettere al servizio degli altri, solo così possiamo raggiungere lʼobiettivo della realizzazione spirituale e affrontare le varie crisi materiali a cui siamo/ saremo sottoposti.
Fate in modo che pensieri (testa), le emozioni (cuore) e azioni (mani) seguano la stessa linea, che le vostre parole, pensieri e azioni non offendano nessuno, che le vostre mani sappiano donare e che il vostro cuore sappia amare.
Non concentratevi solamente sulle vostre necessità, sui vostri desideri, fate in modo che ci sia spazio e tempo da dedicare anche agli altri, concentrandovi su di loro eleverete la vostra coscienza.
La crisi che ci sta colpendo tutti è la somma di progetti, azioni, pensieri egoistici, ognuno ha pensato solo al proprio “sviluppo” coprendosi sotto la volta “ per il bene del paese”, cerchiamo noi nel nostro piccolo, che è comunque grande, di non seguire questi esempi, ma di essere coerenti con il percorso che abbiamo scelto che mette in primo piano gli altri.
Non abbiate paura del domani, vivete bene il presente perché le basi per un futuro migliore si fondano su di un presente migliore, comportatevi sempre come se fosse lʼultimo giorno della vostra vita nel quale si devono compiere solo azioni meritevoli; non abbiate paura, perché la paura blocca lʼevoluzione”

E allora comincio subito ad imboccare questo sentiero augurando a tutti voi (e anche ame) che leggete questo semplice diario regolarmente o che passate di qui per caso un anno pieno d’amore, di gratitudine, di lavoro su noi stessi, di consapevolezza per le cose belle della vita e anche per quelle meno belle perchè tutto questo possa farci crescere come persone e come anime.
Con tanto tanto affetto
Catia

Annunci

9 pensieri riguardo “L’anno che verrà

  1. se fossimo capaci di mettere in pratica anche solo una piccola parte di quanto hai scritto vivremmo tutti certamente più sereni e più disponibili verso gli altri
    ciao auguri a tutti
    nonna mariuccia

    Mi piace

  2. Credo che la cosa fondamentale sia capire quanto è importante intraprendere questo cammino.
    E’ ovvio che non è sempre facile e a volte si fallisce, si cade e ci sono le delusioni. Ma poi ci si rialza e si riprova e ancora e ancora….
    Il peccato vero è non provarci nemmeno.
    Tanti cari auguri anche a voi, cari nonni….
    Un abbraccio
    Catia

    Mi piace

  3. ciao catia,
    il tuo post mi piace molto! lo condividerò sul “valtolla e valdarda country”.
    Sono molto tecnologico ma….mi è piaciuta molto la dimensione positiva del tuo pensiero.
    ciao buon anno a tutti!!

    Mi piace

  4. Ciao Catia,
    mi piace molto la riflessione che hai postato e sono convinta anche io che la paura blocca l’evoluzione perchè la paura ti fa stare fermo, non ti fa avanzare e alla fine si rimane impantanati in una palude senza uscita. Solo l’acqua che scorre è limpida e pulita e noi dobbiamo cercare di essere come l’acqua del ruscello. Non dobbiamo avere paura dei cambiamenti, dobbiamo evolvere, così come la vita ci impone e ci chiede. La crisi??? Non ha importanza! >L’importante è essere pronti al cambiamento, essere sereni e avere fiducia.
    Buon Anno anche a te.
    Un abbraccio
    Francesca

    Mi piace

  5. E’ bella l’immagine dell’acqua che scorre limpida e pulita.
    forse è proprio così che mi piacerebbe vivere. Limpida e pulita, lontana dai pettegolezzi e da tutto ciò che sporca l’anima.
    Ti abbraccio forte forte!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...