L’arcobaleno dello yoga

Ieri mattina alle 5.22 ero in piedi.

Ero emozionata ma tranquilla al tempo stesso.

Da lì a poche ore avrei cominciato a realizzare uno dei  miei sogni, uno dei miei desideri più sentiti: insegnare yoga ai bambini.

Chi mi segue e mi conosce sa quanta importanza ha e ha avuto lo yoga nella mia vita.

Insegnarlo per me non è solo un piacere. E’ un privilegio.

Alle 9.30 (tranquilla anche dopo la scossa di terremoto)  arrivo alla scuola materna dove mi stanno aspettando le educatrici, un po’ agitate perchè non erano riuscite a liberare l’aula in cui avremmo tenuto le lezioni.

E che problema c’è?

Insieme liberiamo l’aula e inizio a sistemare i tappetini per i bambini. In cerchio così ci guardiamo tutti.

Lo faccio come se seguissi un rito zen. Con calma. Con consapevolezza sui gesti e sui movimenti.

Arriva il primo gruppo di bambini. Sono 13 frugoletti di 4 e 5 anni. Non mi ricordavo che fossero così piccoli i bambini della materna. Ormai Matilde ha quasi 10 anni….

“Ok Catia! E’ arrivato il momento!” penso.

La lezione vola. In un attimo è finita, peccato (devo allungarle un pochino….)!

Ma ecco che rimangono stampati nella mia mente le faccine tutte concentrate a respirare come fanno le farfalle, colorate, che volano nei prati e sui fiori, che sussurrano nell’orecchio ad un bruco triste come fare per trasformarsi in farfalla, che si abbracciano, che cantano quello che sarà il nostro mantra per tutti gli incontri.

Il nostro sarà l’arcobaleno dello yoga. Ogni lezione un colore.

Esco dalla scuola materna e mi sento quasi sospesa, tanto sono leggera e spensierata.

Questo è il grande potere che hanno i bambini. Di trasmetterti la gioia della vita, pensieri puliti e vivaci.

E’ meraviglioso lavorare con i bambini!

Immagine presa dal sito: www.foodandspirit.com

Annunci

21 pensieri riguardo “L’arcobaleno dello yoga

  1. Grazie, in effetti mi sentivo come quando durante il rilassamento invito le mie allieve a ripetere mentalmente per tre volte: “Io sono la calma, la pace e la serenità”
    Un abbraccio

    Mi piace

  2. Che bel racconto! Sono molto curiosa su quale era il colore della lezione di ieri e come si svolgerà l’intero percorso… ce lo racconterai nei dettagli?
    P. S. Ti ho scritto un mail…

    Mi piace

  3. Bellissimo insegnare yoga ai piccoli!!Mio figlio adora fare il corso di psicomotricità ed inizierà lunedì,non vede l’ora…
    Buon inizio!!
    P.S. ; bellissima immagine..

    Mi piace

  4. Intendevo proprio descrivere le singole lezioni e dare anche delle indicazioni bibliografiche.
    Il colore di ieri era il rosso ed io avevo immaginato tante farfalline colorate che volavano in un prato e si appoggiavano leggere su tanti fiori rossi.
    Mail ricevuta: Luca ci sta lavorando.
    Ciao e buona serata!

    Mi piace

  5. Buon inizio anche al tuo cucciolo.
    La consapevolezza della propria corporeità è un elemento importantissimo che va insegnato ai bimbi anche piccini…
    Buona serata!

    Mi piace

  6. … e che bel post il tuo. Ma è meraviglioso Catia, lo sai che sono davvero strafelice per te? Te lo meriti, io sento tante belle energie positive in questo periodo, evidentemente si trasmettono e vanno nel posto giusto.
    Fortunati i tuoi piccoli ad avere una maestra come te. Ma perchè lo yoga non viene portato più spesso nelle scuole?
    Un abbraccio grande
    Michela

    Mi piace

  7. Tra i miei progetti futuri c’è un corso di formazione per l’insegnamento dello yoga nelle scuole primarie rivolto ai docenti. Chissà…..
    Grazie Michela sono molto felice!

    Mi piace

  8. Trovo anche io che insegnare yoga sia un privilegio, e poter lavorare coi bambini dà tante soddisfazioni, veramente un peccato che non sia ancora così diffuso nelle scuole. Tu come hai fatto per diventare insegnante di yoga?

    Mi piace

  9. Ho frequentato un corso di formazione presso l’Isyco (Istituto per lo Studio dello Yoga e Cultura Indiana).
    Praticavo yoga da quindici anni e ad un certo punto ho sentito la necessità di approfondire la mia conoscenza anche dal punto di vista teorico, psicologico, filosofico, spirituale e culturale. L’Isyco era la scuola giusta.
    Poi alcune signore del mio quartiere hanno saputo che stavo frequentando questo corso; nel bel mezzo del quartiere c’è un centro sportivo. Ho fatto 2+2 ed eccomi quì.
    Tra le mie allieve c’è un’educatrice della scuola materna presso la quale ho iniziato questa nuova esperienza. Nella vita nulla succede per caso.
    Anche tu sei insegnante di yoga?

    Mi piace

  10. Pratico yoga da tanti anni, e da qualche tempo sto pensando ad approfondire alcuni aspetti, mi piacerebbe seguire il corso per insegnanti. Mi interesserebbe saperne un po’ di più … se ti va di raccontarmi qualcosa di più, magari anche per mail, ti lascio la mia i.cento.sogni@gmail.com
    Ciao

    Mi piace

  11. Ciao, pratico yoga da 4 mesi ma ne vedo già i benefici, anche per il mio bimbo (25 mesi). Pensa che si è subito interessato a sapere qualcosa in più di questa pratica, e ora che abbiamo fatto insieme qualche asana le ricorda perfettamente e spesso mi chiede di farle con lui!

    Mi piace

  12. La pratica costante porta subito benefici, sia a livello fisico che mentale. Arrivi senza rendertene conto a superare i tuoi “limiti” fisici a livello di estensione della colonna piuttosto che di piegamenti in avanti ecc…. Momenti di un percorso che vanno vissuti con consapevolezza. Questo è secondo me il prezioso dello yoga. E’ come quando fai un viaggio. La cosa importante non è solo la meta, ma il viaggio stesso e tutto ziò che vivi durante quei momenti.
    Un caro saluto a te e un bacino sulla punta del naso al tuo piccolino che ho visto ha da poco compiuto 25 mesi!

    Mi piace

  13. Catia ti assicuro che la tua prima lezione è andata bene…eravamo un pò agitati tutti, ci si è messo di mezzo anche il terremoto, ma poi tutto ha avuto inizio…nei giorni sucessivi abbiamo ripreso più volte il discorso sulle farfalle…il bruco..ed ogni volta i bambini cominciavano a “respirare” allargando e chiudendo le braccia:una meraviglia!
    Un mio bambino era preoccupato perchè mercoledì non sei venuta….gli ho spiegato che vieni ogni 15 gg…con dispiacere si è rassegnato e aspetta il prossimo incontro:un bacio! Angela

    Mi piace

  14. Non vedo l’ora che arrivi mercoledì. In anteprima ti dico che sarà la volta dei coniglietti e delle carote.
    Sono un’oasi psicologica quei momenti vissuti con i bambini e con voi.
    Spero tanto che per voi sia lo stesso!
    P.S. Hai visto che un sito mi ha chiesto di collaborare per raccontare la mia esperienza?
    Ne sono molto felice.

    Mi piace

  15. Grazie!
    Ogni tanto penso al nostro colloquio di alcuni anni fa al bar della piscina. Ricordi?
    Ti parlavo dei miei sogni e mi avevi detto che da come ne parlavo quella di realizzarli era la strada giusta da percorrere.
    Ora non mi sembra vero. Ma tutto si è realizzato anche grazie a te e a quel pomeriggio, al bar della piscina…

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...