Il venerdi del libro: ” L’officina verde”

Il libro che vorrei proporvi questa settimana per l’iniziativa “Il venerdì del libro” di Homemademamma è “L’officina verde -50 fantastici progetti per esplorare le meraviglie del nostro pianeta”.

Si tratta di un libro che propone attività da fare con i nostri bambini, in casa ma anche e soprattutto all’aperto, con materiali naturali. La particolarità di questo libro è che le proposte sono divise per stagioni.

Ecco che in …

… possiamo divertirci a costruire un segnavento…

… e se abbiamo voglia possiamo imparare i nomi dei venti…

… oppure possiamo dedicarci alla decorazione di uova…

… o a produrre e poi gustarci violette candite.

In…

invece, possiamo dedicarci alla costruzione di una meridiana solare…

… o di un caleidoscopio naturale.

L’….

… è la stagione delle foglie e allora perchè non decorare la nostra casa con una vetrata di foglie?

Potremmo anche rallegrare una pallida bandana utilizzando come timbro il guscio di una noce…

e poi arriva l’…

la stagione del freddo e della neve; potremmo creare delle candele!

Chi era l’uomo dei fiocchi di neve?

Un libro per tutte le stagioni, adatto per trascorrere del tempo con i nostri figli divertendoci e creando.

42 thoughts on “Il venerdi del libro: ” L’officina verde”

  1. Utile da tenere in casa quando ci sei chiuso dentro come in questi giorni dalle nostre parti. Soprattutto mi piace l’uso di materiali facilmente reperibili. Adesso ti tocca farci vedere qualche realizzazione ;-P.

    Mi piace

  2. Interessante!Di questa casa editrice ne ho altri,ma non questo.Lo acquisterò a breve ,grazie.
    P.S. Aspetto sempre i tuoi post per guardare le magnifiche foto,Brava!

    Mi piace

  3. Ci sono tantissime altre proposte, incredibili, come costruire un bagnetto per gli uccellini o cercare l’argilla o ancora costruire un barometro.
    E’ uno di quei libri che non cerchi ma vedi in libreria e dici: “Non posso lasciarlo qui!!!!”
    Un abbraccio

    Mi piace

  4. Questo libro mi ispira tantissimo. Mi piacciono tutte le attività che si possono fare con i bambini per far conoscere loro la natura. Lo devo trovare assolutamente. Grazie per l’indicazione!!!

    Mi piace

  5. I libri fotografici sono una delle mie passioni, per cui effettivamente li propongo spesso, se poi le immagini sono abbinate ad attività che si possono realizzare insieme ai bambini meglio ancora.
    Chissà magari un giorno ne farò uno tutto mio…..

    Mi piace

  6. Come non dire che è bellissimo, giocare con i figli, costruire con loro e stare nel verde, cosa c’è di meglio?????? Mi tornano in mente le ghiande raccolte in sacchetti e le pigne che sono state in casa mia per un bel pò questo inve
    rno. Sono una fans dei materiali naturali, trovo che certe forme o colori o armonie solo la natura sa darcele bisogna saper guardare e magari “sfruttarle” e copiarle perdonatemi i termini

    Mi piace

  7. Tamara, ho cercato più volte di inserire un commento sul tuo blog ma non ci sono riuscita.
    Se passi da queste parti, volevo farti sapere che il libro che hai proposto mi ha incuriosito tantissimo.
    “Una famiglia assurda e incredibile”: il mio ideale di famiglia.
    Grazie per la tua proposta!

    Mi piace

  8. E’ proprio quello che si propone questo libro.
    Troppo spesso (e parlo per me, naturalmente), le cose ci sfuggono, abbiamo sempre fretta, mille cose, mille impegni precostituiti, anche laboratori già organizzati (che per carità qualche volta vanno anche bene). Non vediamo quello che ci circonda.
    La natura è il laboratorio più ricco, più fantasioso che possa esserci.
    Un abbraccione!!!!

    Mi piace

  9. Ciao Catia! Ho visto il tuo messaggio. So che anche Michela e Grazia hanno avuto problemi. Adesso ho provato a togliere la verifica parole per inserire i commenti e spero che così funzioni. Per quanto riguarda il libro che ho suggerito, ti assicuro che è davvero divertente. La famiglia di Durrell è proprio fuori dagli schemi. La cosa più incredibile è che si tratta di una storia vera. Se ti va, leggilo. Non te ne pentirai. Almeno spero… 😉
    PS: se ti va, potresti provare di nuovo a lasciare un commento? Almeno vedo se la modifica delle impostazioni è servita a qualcosa. Grazie e a presto!

    Mi piace

  10. Sembra proprio un bel libro… del resto l’osservazione della natura e i progetti che hai illustrato con le tue fotografie sembrano già un primo passo per un’educazione scientifica che è nata anche storicamente dall’osservazione dei fenomeni naturali… e per una bambina è di fondamentale importanza imparare un approccio scientifico, visto che il genere sessuale è ancora oggi una discriminante per le materie scientifiche!

    Mi piace

  11. Matilde si diverte molto quando tentiamo approcci scientifici,
    Matilde vuole fare il meccanico da grande. Anche le materie tecniche sono una discriminante?

    Mi piace

  12. Prima che Matilde iniziasse a studiare scienze a scuola, il vento per me era solo portatore di mal di testa e nervosismo. Ora grazie a lei, i libri su cui approfondire, e anche per creare mi sembra meno antipatico….

    Mi piace

  13. Ciao Catia, sono Alessandra de Ilmiograndecaos.
    Conosco i libri di Editoriale Scienza, sono veramente fatti bene. Sono ritenuti cari rispetto ad altri che trattano gli stessi argomenti però la qualità vale l’acquisto!

    Questo non l’ho visto in libreria ma lo chiederò volentieri, Gioele l’anno prossimo inizierà a studiare scienze ma possiamo portarci avanti, tra l’altro proprio la scorsa settimana mi chiedeva di come “misurare il tempo” con il sole (mi ha visto quest’estate in spiaggia controllare l’ora con un bastoncino…..) e potrei fargli costruite una meridiana.

    Hai presentato il libro molto bene!

    Mi piace

  14. Sono davvero contenta che questa proposta sia piaciuta!
    Buon lavoro a tutte voi con “L’officina verde” e se avete voglia di mostrare i vostri lavoretti naturali segnalatelo sempre qui!!!!!

    Mi piace

  15. Meraviglioso! I progetti sembrano fantastici: le violette candide dobbiamo provarle a fare assolutamente…
    Con il bosco a due passi per noi è un libro necessario!

    Segnato nella lista dei desideri.

    Grazie della dritta
    Paola

    Mi piace

  16. Ciao Robin,
    l’età consigliata è dagli otto anni in su, però secondo me ci sono delle attività che si possono proporre anche a bambini piccoli, come per esempio decorare un fazzoletto bianco con dei timbrini ricavati dal guscio di una noce oppure creare un piccolo mosaico con diversi semi.
    Noi mamme siamo molto brave ad adattare…..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...