Il venerdì del libro: “Il libro dei gatti tuttofare”

Tutte le sere io telefono a mia madre per augurarle la buonanotte e nel corso della telefonata di ieri sera mi dice: “Lo sai che domani, 17 febbraio è la “Festa del gatto”?”. Rispondo: ” Oh bella! No! Non la sapevo questa cosa!”. Così digito “festa del gatto” su Google e scopro che la festa del gatto è celebrata in Italia tutti gli anni il 17 febbraio dal 1990.
La scelta della data non è casuale. Infatti il mese di febbraio è il mese del segno zodiacale dell’Acquario tipicamente considerato il segno degli spiriti liberi, mentre il giorno 17 è stato scelto appositamente per sfatare tutti i miti che hanno accompagnato la storia di questo felino.
Che i gatti siano degli spiriti libri non c’è dubbio. Zolta, il nostro micio affettuoso e di compagnia quando decide che nessuno lo deve disturbare lo fa capire eccome!
Ma voi lo sapevate che i gatti oltre al nome che viene dato loro dai padroni, ne hanno altri?
Che tutti gli anni (forse il 17 febbraio) si riuniscono in una grande assemblea ed eleggono il gatto dell’anno?
Che meraviglia! tutto questo lo trovate ne “Il libro dei gatti tuttofare” di T.S. Eliot.

Si tratta di una raccolta di poesie dedicate all’idea del gatto.
E più esattamente all’idea del nome di un gatto.
Eliot sostiene che ogni gatto deve avere tre nomi:
un nome sensato, ” a scopo familiare”, un nome più dignitoso che gli permetta di mettere in mostra i baffi e “il Nome” che solo il gatto può conoscere.

Se vedete un gatto in profonda meditazione non possiamo avere dubbi: sta contemplando il suo “ineffabile effabile effineffabile profondo inscrutabile ed unico Nome”.
Un libriccino molto carino, con gatti simpatici e pazzerelli, adatto per far avvicinare i nostri bambini alla poesia in modo divertente (almeno per Matilde lo è stato).

Se poi volete completare l’opera gustatevi il musical, strafamoso tratto da questo testo poetico: ” Cats” di Andrew Lloyd Webber.
Un vero spettacolo!
Noi lo guardiamo spesso e ogni tanto ci perdiamo e ci chiediamo: “Ma sono uomini o sono veramente gatti?”
Un assaggio…

Annunci

19 thoughts on “Il venerdì del libro: “Il libro dei gatti tuttofare”

  1. Anche Matilde ha dato tre nomi al nostro micio: Zolta, Altair (in onore di un personaggio di un videogioco “Assassin Creed” molto agile e veloce) e Rafiotto (perchè il nostro micio ha una particolare predilizione per la rafia, tanto che quando la devo usare devo chiuderlo in un’altra stanza)

    Mi piace

  2. senti catia, non stai scherzando… tua madre ti ha detto veramente così? perché anch’io voglio una mamma come la tua! non dico altro… e mi segno il titolo, grazie

    Mi piace

  3. Si, in realtà non lo sapeva neanche lei. L’aveva sentito in Tv e pensava che mi avrebbe fatto piacere saperlo, visto che adesso abbiamo un micio…
    Mia madre ha un rapporto strano con gli animali nel senso che le piacciono ma … a distanza.
    Evidentemente loro capiscono che lei ha un po’ di paura ma che non rappresenta un pericolo perchè non c’è stato cane o gatto con cui mia madre abbia “interagito” che abbia mostrato atteggiamenti in qualche modo aggressivi. C’è, se posso esprimermi così, un rispetto reciproco.

    Mi piace

  4. Zolta è il gatto dei miei sogni!
    Te ne consiglio un’altro di libro sui gatti ricco di aneddoti, racconti e tradizioni provenienti dalle diverse parti del mondo e dalla storia passata. Il gatto magico di Paola Zoffoli, noi non abbiamo gatti ma il libro ce lo siamo comprati lo stesso, è molto bello.

    Mi piace

  5. Ignoravo anche io questa festa!!!
    Lo sai che abbiamo adottato un gatto? Ed è molto simile al tuo Zolta!!!
    Gli ho scattato alcune foto ieri, mentre raccoglievo valeriana nei vigneti, e oggi volevo pubblicarle ma non trovo il cavetto per scaricare le foto!!!
    Mi segue sempre quando vado a fare una passeggiata sulla collina… mi segue fino ad un certo punto perchè non si allontana mai troppo dalla casa.
    Appena ritroverò il cavetto, farò un post sul mio gatto… Ciccia… Si, in realtà è una gatta!!!
    Dovrò sceglierle altri due nomi, allora!!! Ciccia è il nome per la famiglia, ma effettivamente non è molto dignitoso…
    Credo che Bastet come secondo nome potrebbe andare… Il terzo… il terzo lo sa soltanto lei!!!
    Un abbraccio
    Francesca

    Mi piace

  6. Bastet è perfetto, per ovvi motivi. Matilde adora i gatti e anche gli antichi Egizi ed ha approvato la scelta…
    Aspetto il tuo articolo su questa nuova amica a quattro zampe.

    Mi piace

  7. Ciao Catia, non mi ricordavo della festa dei Gatti. Io nella mia vita ne ho avuto tantissimi e ricordo di ognuno il nome (quello scelto da noi!) e le particolarità. Dopo 20 anni trascorsi con un gatto mi sembra impossibile non averne uno ora…mio marito non ne vuole sapere anche se sono sicura che troverebbe molte affinità tra lui e un piccolo felino…e io non insisto troppo per il fatto che spesso partiamo per la Sardegna, mia suocera se vede un gatto sviene e quindi non posso lasciarlo qui e costringerlo ad affrontare un lungo viaggio in macchina e in nave mi farebbe sentire un mostro. Ma quanto ci da un gatto…Zonta poi è meraviglioso, le foto mentre dorme accanto alla sua padroncina sono commoventi…non sopporto chi dice che i gatti sono egoisti….sono spiriti liberi, forse è per questo che o li si ama o li si odia! Cercherò in biblioteca il libro del tuo post! Buona settimana…qui nevica! Valentina

    Mi piace

  8. Spiace, non sono molto amante dei gatti, anzi al contrario dei cani ne ho un certo timore. A Gatteo (FC) si svolge tutti gli anni la festa della Micizia, se ti può interessare…

    Mi piace

  9. Non sapevo dell’esistenza della ricorrenza di cui ci parli… Il libro non lo conosco ma… quel gattone rosso somiglia tanto al gattone che avevo io… il mio caro Tigre….

    Mi piace

  10. Adoro i gatti! Sapevo della festa, ma quest’anno ho poco sotto controllo il calendario…
    Ho avuto una micia nera, come potrei non appoggiare qualcosa che vuole sfatare certe superstizioni?
    T.S. Eliot mi ricorda il liceo, sarà sicuramente un libro carino, lo voglio cercare in biblioteca 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...