DSA: L’importanza dell’uso degli strumenti compensativi

Molto spesso, lo studente con DSA preferisce non utilizzare gli strumenti compensativi, ( calcolatrice, pc, mappe, tabelle ecc…) per paura di sentirsi diverso dai compagni, di essere preso in giro o per l’idea che un voto conquistato utilizzando tali strumenti possa perdere valore. D’altro canto il disturbo di apprendimento fa crescere nel ragazzo dei dubbi sulla propria intelligenza e questo porta inevitabilmente ad una perdita di autostima.
Cerchiamo allora di capire che cosa sono esattamente gli strumenti compensativi e qual’è la loro funzione.
Con il termine “compensare” noi ci riferiamo ad un’azione che ha come obiettivo quello di limitare gli effetti del disturbo. Tale azione riduce quindi le difficoltà operative e funzionali fornendo al ragazzo ulteriori e diverse competenze.
Questo secondo me è molto importante. Gli strumenti compensativi non rappresentano una scorciatoia, non sono un mero copiare da una tabella ( per esempio i verbi che solitamente i ragazzi con DSA fanno molta fatica a memorizzare). Gli strumenti compensativi però non devono essere ridotti ai semplici oggetti come la calcolatrice o il computer ma devono essere inseriti nel quadro di un metodo di studio che con il tempo lo studente fa proprio.
Noi insistiamo molto perchè Matilde utilizzi quegli strumenti che sono stai creati appositamente per lei e che siamo sicuri con il tempo cambieranno, “matureranno” uniformandosi al suo modo diverso di approcciarsi allo studio cioè più maturo. Abbiamo spiegato a Matilde che quelli sono i SUOI strumenti, i suoi “occhiali per vedere meglio” e che più li usa prima riuscirà a diventare autonoma nello studio.
Dice il prof. Giacomo Stella, fondatore dell’Associazione Italiana Dislessia: ” Lo scolaro con difficoltà di apprendimento, utilizzando gli strumenti compensativ, trova gli stessi vantaggi di coloro che vedono abbattersi le barriere architettoniche. Diventa improvvisamente capace di fare da solo ciò che prima non era in grado di fare senza l’assistenza assidua di un adulto. Perde la paura di sbagliare che si era manifestata a causa di insuccessi a ripetizione, accetta di lavorare da solo. Pensate alle tabelline: perchè non concedere al bambino l’esperienza del successo attraverso l’impiego della tvavola pitagorica che qualsiasi adulto della mia generazione ha sempre avuto a disposizione sull’ultima pagina del quaderno?”
Perchè il ragazzo con DSA possa, attraverso gli strumenti compensativi, acquisire sempre più autonomia e affinare il suo metodo di studio è fondamentale che ci sia un’azione combinata tra famiglia e scuola in questo senso.
Noi abbiamo sensibilizzato i professori di Matilde a invogliarla ad utilizzare tali strumenti soprattutto in sede di verifica, la quale può diventare un momento prezioso di autoeducazione, di sperimentazione rispetto al metodo di studio e alla pianificazione del lavoro ( cosa che riguarda tutti gli studenti, non solo quelli con DSA) anche relativamente agli strumenti compensativi.

IMG_5881

Bibliografia
– Studio efficace per ragazzi con DSA
Erickson
– Strumenti compensativi
Associazione Italiana Dislessia

Annunci

2 thoughts on “DSA: L’importanza dell’uso degli strumenti compensativi

  1. Certo che si!!!!
    Anche se io vi auguro con tutto il cuore di non dover percorrere la strada dei DSA perchè è davvero un percorso faticoso che mette a dura prova proprio tutti.
    Ora lo viviamo con la consapevolezza che l’obiettivo è guardare a ciò che Matilde HA e non a quello che NON HA, ma all’inizio è stato pesante e critico.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...