… di parabola in parabola…

Ieri pomeriggio con i miei ragazzi di catechismo abbiamo cercato di capire la “Parabola del Seminatore” con l’aiuto dell’ormai prezioso e richiesto kamishibai.

IMG_8505

Gesù raccontò questa parabola.
C’era un uomo che andò a seminare
IMG_8509

Alcuni semi caddero sulla strada e gli uccelli se li mangiarono…
… furono anche calpestati e non crebbero.
IMG_8511

Alcuni caddero tra i sassi dove germogliarono, ma morirono per mancanza di umidità…
… alcuni germogli furono intrappolati dalle spine che li soffocarono

Senza titolo-1

Ma alcuni caddero sul terreno buono e produssero un buon raccolto… il centuplo ( per ogni seme)

IMG_8516

Più tardi Gesù spiegò la parabola ai suoi discepoli…

Senza titolo-2

…il seme mangiato dagli uccelli è la Parola che non viene accolta nel cuore dell’uomo quando è arido come una strada…( il cuore nero)
… il seme caduto nei sassi è la Parola che viene accolta ma poi dimenticata…( il cuore giallo)
… il seme caduto tra i rovi è la Parola che viene soffocata da tutte le altre preoccupazioni…( il cuore verde)

IMG_8518

Ma il seme caduto sul terreno buono è la Parola che viene accolta nel cuore dell’uomo, viene meditata, e compresa ( il cuore rosso).

IMG_8519

Dopo aver letto insieme la parabola abbiamo stimolato un po’ la discussione ponendo ai ragazzi delle domande:
– Chi è il protagonista di questa parabola?
All’unisono i bambini hanno risposto: “Il seminatore!!!!” ( cioè Gesù).
– Siete sicuri sicuri?
Il vero protagonista di questa parabola è il terreno, cioè il cuore dell’uomo.
– E allora bambini, di che colore è il vostro cuore? Nero come la strada, giallo come il terreno sassoso, verde come il terreno di rovi o rosso come il terreno buono?
In realtà il cuore di ogni uomo racchiude tutti i tipi di terreno, perchè nessuno uomo è totalmente cattivo o totalmente buono. Con la nostra vita e le nostre azioni dobbiamo impegnarci a farlo diventare il più rosso possibile!

Alla fine abbiamo consegnato un foglio e quattro cuoricini dei diversi colori…

IMG_8523

… e abbiamo invitato i bambini a pensare alla loro vita quotidiana, ai rapporti con gli amici, con i fratelli, con i genitori e scrivere quando il loro cuore è stato un terreno buono che ha accolto e compreso gli insegnamenti di Gesù o un terreno un po’ meno buono.

” Il mio cuore è rosso quando aiuto la mamma senza che me lo chieda”
” Il mio cuore è verde quando inizio a giocare con la mia sorellina, ma poi perdo subito la pazienza”.
” Il mio cuore è nero quando mi comporto male con i miei genitori”
” Il mio cuore è giallo quando non faccio i compiti”.

Sono meravigliosi i bambini!!!!

Passate uno splendido fine settimana, cari lettori!!!!

9 thoughts on “… di parabola in parabola…

  1. Ogni tanto leggo i tuoi messaggi, non so perchè mi arrivano le tue mail, forse perchè tempo fa avevo appreso la legge dei Dsa dal tuo sito!! Ma mi meraviglia il fatto che abbiamo molte cose in comune, figlia con dsa, amanti dello yoga (anche se io non insegno) e pure catechista!! Mi sembra un bel confronto!! Ciao Monica

    Mi piace

  2. … la conoscevo…ho seguito tutta la parabola catturata dal kamishibai…e rifletterò sui colori del mio cuore….se ai miei tempi avessi avuto una catechista come te…mi sarebbe sicuramente piaciuto di più andare a catechismo…bacio!!!

    Mi piace

  3. Penso che se ai miei tempi ci avessero presentato il catechismo così (anche senza kamishibai) ma con immagini e non solo imparando a memoria come pappagalli domande e risposte lo avrei apprezzato di più. Ora mi rifaccio con le tue presentazioni
    ciao nonna Mariuccia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...