Una nuova strada?

La settimana scorsa mi ha portato tanti pensieri.
Il pensiero di una figlia che cresce e che chiede di stare fuori a mangiare una pizza con i suoi amici degli incontri di formazione in Parrocchia.
Il pensiero di un padre che sta invecchiando troppo velocemente e il pensiero della mia impotenza dinnanzi a questa cosa.
Il pensiero di voler desiderare di scrollarmi di dosso le cose inutili e superflue e di voler desiderare di dire anche io qualche volta “Grazie non mi serve“.
Il pensiero di non essere sempre in grado di organizzarmi come vorrei perdendomi inesorabilmente in un caos incredibile di cose da fare e che si accumulano, nonostante i buoni propositi.
Troppi pensieri, troppa azione nella mente e poca azione nel corpo.
Dimentico troppo spesso di avere a mia disposizione due strumenti fondamentali per calmare la mente e isolarla dal turbinio i pensieri: la preghiera e lo yoga.
E stavolta quando parlo di yoga non parlo degli asana ( a proposito ho iniziato un nuovo percorso con una bravissima insegnante. Ve ne parlerò presto), ma parlo dello yoga del lavoro e dell’azione.
Quel lavoro e quell’azione consapevole.
Quel lavoro e quell’azione disinteressata, l’azione libera da qualsiasi tipo di attaccamento o aspettativa.
Quel lavoro e quell’azione che si vivono concentrati sul sè, senza pensare al lavoro e alle azioni che dovrebbero vivere gli altri ( … è meglio compiere, anche in modo imperfetto il proprio dovere che adempiere bene il dovere altrui…) e che inevitabilmente finiscono sottoposti al nostro giudizio.
Ecco su che cosa sento il desiderio di lavorare: lavoro e azione con una mente sempre presente ma incontaminata da pregiudizi e aspettative.
Una nuova strada?
La mia strada?
Non lo so! Ma quello che sento ora è di doverla percorrere, magari iniziando lentamente e non precipitandomi come è mio solito.

IMG_0470

Vi auguro un buon inizio settimana cari amici di blog e anche voi un buon karma yoga!

Annunci

6 pensieri riguardo “Una nuova strada?

  1. Cara Catia, intraprendere una nuova strada mi sembra un’ottima cosa. Vedi, a volte per raggiungere una meta ci sono diverse opzioni: c’è l’autostrada… ok, arrivi prima ma che stress… devi correre e non ti godi il panorama, non ti puoi concedere distrazioni. C’è la tangenziale che, va be, è più o meno la stessa cosa… C’è la statale dove si va più piano, puoi anche fermarti di tanto in tanto ma in genere non passa attraverso i paesi, i borghi, spesso li aggira, ti perdi sempre qualcosa… Io personalmente scelgo le strade meno battute e sconosciute, quelle che attraversano tutti i paesini, quelle magari anche un po’ strettine dove sei costretta ad andare piano… si, un po’ come la strada nella foto, dove c’è il limite a 30 all’ora. Arrivo dopo, ci metterò una vita ma non mi sarò persa niente, nemmeno un palpito. Sempre, sempre preferire queste strade, sempre.
    Ti abbraccio forte
    Francesca

    Mi piace

  2. ” Arrivo dopo, ci metterò una vita ma non mi sarò persa niente, nemmeno un palpito”.
    Sono molto belle queste parole e ciò che rappresentano.
    Gli ultimi giorni ho maturato alcune decisioni importanti per me.
    Mi sono lasciata andare ai pregiudizi e poi mi sono sentita a disagio.
    Mi sono lasciata andare a pensieri su cose che davvero io non posso controllare, come la malattia di mio padre, quindi è energia sprecata che invece posso focalizzare su ciò che realmente posso fare ( per esempio passare più tempo con lui).
    Il risultato è che mi sono sentita molto stanca senza aver fatto praticamente nulla.
    La strada meno battuta ma più panoramica.
    Si quella che voglio peercorrere.
    Un abbraccio fortissimo anche a te!

    Mi piace

  3. la bimba cresce. mangiare una pizza con gli amici è ” tappa ” fondamentale.Quante ne ho vissute, di queste tappe e quante vorrei riviverne, ora che i miei figli sono grandi. Soltanto un cosa ho imparato: ero piena di ansie ma era compito mio ” dominarle”. E poi loro arrivavano dalla prima pizza, dalla prima uscita ” da grandi” con le amiche e me le raccontavano con una felicità tale che….null’altro ha senso.
    Quando parli di tuo padre….mi sento toccare un nervo ancora scoperto. Il mio , a ottantasette anni, è volato via due anni fa..Avevamo un rapporto speciale, posso dire, con l’orgoglio di una bambina , che ero la sua ” cocca”, come diceva lui ( siamo in tre…). Mi manca in ogni respiro,.Ma la cosa bella, che mi ha consolato e mi consola, è di non avere rispetto a lui sensi di colpa o rimpianti. abitavamo a 450 chilometri di distanza , ma gli ho dedicato ogni giorno libero, ogni giorno di ferie , ogni attimo, ogni risata, ogni sfottò…..L’ho ascoltato dire ” Ho avuto una vita bella e felice”.
    Non sentirti impotente. GODITELO. Un grande abbraccio Emanuela

    Mi piace

  4. Grazie Emanuela per queste belle parole!
    Provo a dominare l ansia ma la vedo ancora così piccina!
    E poi lei non racconta tanto e questo mi fa un po male. Non so quanto devo insistere per sapere, per ascoltare le sue esperienze.
    il mio papà me lo voglio proprio godere così come voglio godermi tutta la mia bella e calda famiglia.
    un abbraccio

    Mi piace

  5. non racconta? Però magari cerca di mostrarti in altro modo come sta. E non è piccina…..Pensa che io ero piccola per mio padre….e due anni fa avevo 54 anni……e mi diceva” copriti, che la mattina fa freddo…!”Non è piccola, sta prendendo ” le misure”E ti racconterà, stanne certa .E’ una promessa, , il miracolo avviene. Emanuela

    Mi piace

  6. A volte mi dico che sono io che non la so ascoltare e che mi pongo nel modo sbagliato.
    in fondo non sono mai stata mamma di una preadolescente. Per me è tutto nuovo!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...