I rumori del mondo

Da tempo ormai io cerco il silenzio.
Il silenzio interiore, quello che ti apre a mille possibilità perchè è un silenzio tutto da riempire.
Non di rumori qualsiasi, però.
Non di parole vane, non di pettegolezzi, non di toni irrispettosi.
Sono sempre stata piuttosto intollerante nei confronti dei pettegolezzi, ma ultimamente molto di più.
Vorrei diventarne immune.
Ma vorrei anche sempre più isolarmi a quei rumori interiori che si tramutano in attaccamento alle cose materiali, in gelosie, innocue ma pur sempre gelosie.
Allora capita proprio a fagiolo il posare gli occhi su un libro da qualche mese in libreria…

IMG_2453

L’autore è un monaco buddhista, Keisuke Matsumoto, che propone degli esercizi per cercare di isolarsi dai rumori del mondo, rumori che “inquinano” la nostra vita spirituale e destabilizzano l’anima.
Tra questi esercizi troviamo:
– Alziamoci presto e iniziamo la giornata nel silenzio;
– Non usate le seguenti parole: menzogna, contraddizione, insulto, adulazione;
– Vedere le cose senza pregiudizi;
– smettere di imitare gli altri;

Ogni esercizio è spiegato con parole semplici e concetti chiari.
Credo che per il momento lascerò da parte le altre letture e mi concentrerò su questi esercizi che traggono spunto dagli insegnamenti buddhisti che io ritengo essere universalmente validi.

Felice martedì!

Annunci

10 pensieri riguardo “I rumori del mondo

  1. Mi piace il concetto di isolarsi dai “rumori che inquinano” la ns anima…e anche la tua considerazione sul fatto che gli insegnamenti buddhisti siano universalmente validi..trascriverò i quattro esercizi per averli sempre sott’occhio!

    Mi piace

  2. Vedere le cose senza pregiudizi secondo me è una delle cose più difficili da fare… cioè, accorgersi che abbiamo un pregiudizio non è semplice, che stiamo pensando in funzione di qualche idea che in realtà non è nostra.. è un grande lavoro su se stessi. Il silenzio anch’io lo desidero spesso, buona settimana, cara, anche a Matilde che sta facendo la sua prima esperienza da sola. un abbraccio

    Mi piace

  3. in questo mondo pieno di pregiudizi e di rumori è difficile restare indenni, proviamoci……
    Ti mando una brlla frase scelta dal mio solito “libretto” , è di uno scrittore australiano Paul Wilson ” Porta con te un pezzetto di quiete.Concentrati nel silenzio, quando arriva soffermati ad ascoltare la sua voce. E soprattutto sforzati di portare con te quella quiete ovunque tu vada”
    un abbraccio nonna Mariuccia

    Mi piace

  4. Con il passar del tempo, crescendo, anche a me è capitato qualcosa del genere; mi capita spesso di cercare il silenzio e la solitudine, è un modo semplice ed efficace per ricaricarmi. Penso comunque che questa sia un’esigenza dettata anche dall’età che avanza; ovviamente non è per tutti la stessa cosa, penso accada molto di più alle persone che sono abituate a pensare molto.
    Interessante il libro, non lo conoscevo.
    Un saluto

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...