A scuola con Matilde

Caspar-David-Friedrich-Winter-Landscape-2-

Ci sono momenti in cui la stanchezza prende il sopravvento e mi sembra di non riuscire a reggere il ritmo, ma poi guardo Matilde negli occhi, vedo la bellezza e l’opportunità che ho davanti e mi dico: “Coraggio Catia, Matilde ha bisogno di te e a te piace un sacco fare homeschooling part time con lei anche se la dislessia rende tutto più complicato!”.
E poi mi dico che grazie a lei ho l’opportunità di riprendere in mano argomenti ormai dimenticati e tutto questo stimola la mia curiosità, un pregio che mi sono sempre riconosciuta.
Ieri pomeriggio mentre lei faceva i compiti di antologia e geometria io mi sono studiata il capitolo di arte dedicato alla prima metà dell’Ottocento.
Una cosa che non sono mai stata abituata a fare è di leggere un’opera d’arte.
Grazie a Matilde sto scoprendo quanto è interessante cercare i dettagli in un dipinto, capire il messaggio che l’artista vuole trasmettere anche in funzione del periodo storico a cui l’opera appartiene.
Se Matilde farà davvero il liceo artistico mi si aprirà certamente un mondo.
Ieri per esempio ho osservato bene un quadro che mi è sempre piaciuto ma di cui non sapevo assolutamente nulla, nemmeno chi l’avesse dipinto…

Friedrich-Viandante_mare_nebbia

L’artista è Caspar David Friedrich e accidenti se mi è simpatico!
Friedrich dipingeva esclusivamente paesaggi: cime montane che si perdono all’infinito, grandi alberi frondosi nei prati estivi oppure rinsecchiti dal gelo invernale, paesaggi marini al tramonto o sotto la luce lunare. Le figure sono molto poche e quasi sempre di spalle.
Ne “Il viandante sul mare di nebbia”, l’artista sembra proprio invitarci ad arrampicarci sulle rocce e stare in contemplazione del mare al mattino, avvolto nella nebbia e perdersi nella sua bellezza.
Egli descrive la natura attraverso dettagli precisi e affascinanti, ma è una descrizione che invita soprattutto ad una partecipazione emotiva.

il dipinto in apertura del post si intitola “Paesaggio d’inverno”. Mi ricordo che da piccola mi piaceva un sacco disegnare sui cartoncini neri e creare paesaggi innevati. Ovviamente non così belli!

In conclusione sapete cosa vi dico?
Sono proprio felice di andare… a scuola con Matilde ma soprattutto sembra che neanche a lei dispiaccia!
Felice giovedì cari amici!

Annunci

5 thoughts on “A scuola con Matilde

  1. mi ricordo che, quando Giulia iniziò il liceo classico, ripresi in mano la grammatica greca per poterle dare una mano……e ricordo che mi piacque da matti! Grazie hai miei tre figli ho ristudiato e studiato per la prima volta cose meravigliose, perciò ti capisco!
    ma lo sai quanto è fortunata Matilde, con una mamma così?
    Un abbraccio Emanuela

    Mi piace

  2. Anche a me e’ piaciuto “andare a scuola con Martina”…rispolverare argomenti sepolti e imparare da lei cose nuove..che ho impresso nella mente e nel cuore..
    Continua a condividere con Matilde..una ricchezza per ambedue!!

    Mi piace

  3. Sei una mamma forte e generosa non perdere mai il coraggio.i risultati si vedranno
    A proposito del pittore Friedrich cerca se lo trovi il dipinto (in realtà una pala d’altare ) “Croce sulla Montagna” Ho letto che suscitò polemiche per l’accostamento del simbolo religioso al paesaggio , polemiche che lo stesso pittore spiegò così: la roccia simboleggia la fermezza nella fede e gli alberi verdi la speranza nel Salvatore
    un caro saluto nonna Mariuccia

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...