L’avventura vegetariana

Panorama

Negli ultimi mesi, diciamo dall’inizio dell’estate ad oggi, ho alternato periodi di rifiuto completo della carne a periodi in cui invece ne sentivo ancora il bisogno.
Sicuramente la direzione che sento di aver preso è quella che mi porta al vegetarianesimo.
Il percorso nello yoga ha decisamente contribuito ad aumentare la consapevolezza.
Lavorare su ahimsa, la non violenza, ha suscitato riflessioni e domande anche nel senso di non volere più contribuire alla sofferenza dei nostri amici animali.
Ma il motivo principale per cui sento che una dieta vegetariana sia migliore per me rispetto ad una dieta onnivora è che mi sono accorta che il mio corpo rifiuta la carne nel senso che ormai sto male fisicamente anche quando mangio il petto di pollo, l’unica carne presente fino ad ora nella mia dieta.
La strada verso questo stile di vita ( perchè il vegetarianesimo non è solo un modo di mangiare, ma un modo di vivere) è stata intrapresa senza forzature, in maniera del tutto spontanea e vivendo alti e bassi, come dicevo all’inizio.
Ma ora sono convinta che sia la strada giusta per me.
E procedo tranquilla.
Prendo la data di oggi, 25 ottobre, come inizio per un nuovo percorso.
Però ahimsa significa anche non fare violenza a noi stessi e per questo, per il momento continuerò a mangiare, una volta alla settimana, il pesce che invece il mio corpo, per ora, gradisce.
In effetti, la data di oggi, non è molto felice perchè tra poche ore andremo ad una cresima e il pranzo lo si farà in un ristorante piacentino dove serviranno affettati a profusione ovviamente!!!

Vi auguro di trascorrere una luminosa e serena domenica!

10 thoughts on “L’avventura vegetariana

  1. Mangiare meno carne possibile, seguire una dieta mediterranea (degna figlia di una mamma ke da brava pugliese porta la avanti da una vita) e’ una cosa ke tengo sempre presente..tu sei più brava perché hai eliminato del tutto la carne!!
    Per la cresima di oggi vedrai ke troverai anke piatti alternativi..oggi più ke mai i ristoratori stanno attenti..buona giornata!

    Mi piace

  2. da 10 anni ormai le mie figlie sono vegetariane, anche se Silvia, da qualche mese, ha ricominciato ad assaggiare un po’ di pesce. Anche il mio nipotino di quasi tre anni è stato svezzato in modo vegetariano ed ha assaggiato per la prima volta carne bianca (…i polli della nonna, in Friuli) e il pesce pescato dai nonni attorno ai due anni.questo mi ha ” costretto” – in senso assolutamente positivo – a documentarmi sempre di più sul tema alimentazione, che mi ha però sempre affascinato e sul quale ho sempre letto molto.
    A questo si aggiunge una malattia reumatica congenita di cui soffre mio figlio, malattia che, negli ultimi sei mesi, ha avuto una recrudescenza pesante e per la quale l’alimentazione è importantissima. Da un paio di mesi abbiamo, ad esempio, eliminato la farina di grano a favore di altre farine.
    gli alti e bassi ci sono, anche se io non ho mai amato la carne neppure da bambina, ma sono assolutamente convinta che sia la strada giusta. E sono assolutamente convinta che la parte più importante sia l’ascolto del nostro corpo, che ci parla sempre, anche se a volte non sappiamo ascoltarlo.
    un abbraccio Emanuela

    Mi piace

  3. Come dice bene Lela, è l’ascolto la cosa più importante. Se tu senti che la carne non ti è gradita, allora eliminala e fai bene a mantenere il pesce, almeno per il momento, almeno finchè il tuo corpo ti dità BASTA!!!! Ritrovare e riscoprire la capacità perduta di ascoltare il proprio corpo è importantissimo e tu, che sei una Yogini, sicuramente non avrai difficoltà in questo senso!!!
    Ti auguro di perseverare su questa strada. Ti mando un bacio
    Francesca

    Mi piace

  4. Ciao Angela,
    ieri al ristorante è andata molto bene!
    Tortelli con ricotta e spinaci, tanta verdura sia fresca che grigliata e un assaggino di formaggi.
    Ero circondata da salumi e carne. Un pochino di fastidio l’ho avvertito ( anche il profumo della salsiccia mi da la nausea attualmente) ma ho resistito.

    Mi piace

  5. Vegetariana da 30 anni. Latticini in quantità moderate. Mi sento benissimo. E quando incontro un altro essere vivente posso guardarlo negli occhi senza abbassare i miei.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...