La K di Mozart

larger_4f33e1fde601ab304abc234444b71713

In questi giorni Matilde è impegnata nello studio della vita di Wolfgang Amadeus Mozart.
A scuola con i suoi compagni si è gustata ( a più riprese ovviamente) il film “Amadeus” del regista Milos Forman interpretato da un bravissimo Tom Hulce.

amadeus2

Per domani Matilde deve consegnare una specie di recensione del film e affrontare una verifica su Mozart.
Nello studiare la vita e le opere di questo genio della musica ( ricordiamo per chi ancora non lo sapesse che Mozart a sei anni non solo padroneggiava strumenti ma componeva), abbiamo scoperto una cosa che non sapevamo ( magari voi si!).
Sugli spartiti di Mozart è presente, dopo il titolo dell’opera o del brano, una K e un numero.
Sul significato del numero ci ero arrivata anche io, cioè rappresenta la numerazione in ordine cronologico delle opere del musicista, ma la K?
Ebbene la K è l’iniziale di Kochel ( Ludwig Von ) cioè di colui che ebbe l’idea di creare un catalogo con tutte le opere di Mozart.
La sua è stata un’impresa titanica perchè non gli è stato facile reperire e datare le opere e le composizioni ( numerosissime nonostante Mozart sia morto molto giovane) di cui non si avevano notizie certe oppure erano frammentarie. Infatti di questo catalogo ( il primo è stato pubblicato nel 1862) ne sono state fatte diverse edizioni via via sempre più precise.

1000509261001_1707071048001_BIO-Biography-20-Composers-Wolfgang-Amadeus-Mozart-SF

Annunci

4 thoughts on “La K di Mozart

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...