La fantascienza distopica di “Fahrenheit 451”

index

Il 1926 è considerato ufficialmente l’anno di nascita della fantascienza perchè in quell’anno, negli Stati Uniti, viene pubblicata per la prima volta una rivista specializzata in racconti di science fiction.
In realtà questo genere è nato molto tempo prima.
Addirittura Ludovico Ariosto nel cinquecento ha narrato del viaggio sulla luna da parte di Astolfo per recuperare il senno di Orlando e Jules Verne nel 1800 immagina mondi fantastici nei suoi famosi romanzi ( Viaggio al centro della Terra, Dalla Terra alla Luna).
Un altro scrittore di fine Ottocento, H.G. Wells è considerato come il padre della fantascienza moderna ( La macchina del tempo, La guerra dei mondi).
Il genere fantascientifico è interessantissimo, almeno a noi piace molto.
La nostra libreria trabocca di libri di Asimov, di Ballard, di Dick.
E passando dai libri alla Tv beh! Siamo dei fans accaniti di Star Trek.
In questi giorni a scuola Matilde sta studiando proprio queste genere letterario e l’insegnante di italiano, sapendo che Matilde legge molto le ha consigliato la lettura di “Fahrenheit 451” di Ray Bradbury.
Il romanzo di Bradbury è un esempio di “fantascienza distopica”.
La distopia è la descrizione di una società immaginaria e futura spiacevole, indesiderabile, negativa in cui gli elementi  appunto negativi del nostro presente sono esasperati. La distopia è infatti il contrario dell’ utopia.
Nel romanzo di Bradbury viene descritta una società in cui è considerato un reato possedere o leggere libri, una società in cui esiste un corpo di polizia, nella fattispecie di vigili del fuoco che ha il compito di bruciare qualsiasi tipo di libro.
Riuscite ad immaginare?
L’unico mezzo di comunicazione permesso è la televisione che il governo utilizza per dettare le regole alle quali i cittadini devono uniformarsi per vivere in pace e serenamente.
Il protagonista è un vigile del fuoco che all’inizio è convinto della bontà del lavoro ma un giorno decide di leggere un trafiletto di un libro che dovrebbe bruciare e…

A proposito di libri e di emozioni segnalo il film “Equilibrium” con Sean Bean e Christian Bale.
Anche in questa società è vietato leggere libri in quanto veicoli di emozioni…

Annunci

3 thoughts on “La fantascienza distopica di “Fahrenheit 451”

  1. Come ti avevo detto, l’ho letto anni fa e ricordo anche il film, molto vecchio se non addirittura in bianco e nero…? E, sullo stesso filone, 1984 di Orwell che dopo anni di giacenza nella mia libreria ho affrontato quest’anno. Grazie per il suggerimento filmico… adoro Christian Bale :’)

    Mi piace

  2. e allora posso aggiungere due suggerimenti? ” la fattoria degli animali”, sempre di G. Orwell ed i libri di ” historic fantasy” di una grande autrice, Marion Zimmer Bradley, che ha scritto i ” Le nebbie di Avalon” ( per me che adoro il ciclo di Artu’ ecc. un vero caposaldo). Sono parecchi libri, conosciuti come ” Il ciclo di Darkover”, il primo è ” naufragio sulla terra di Darkover”.
    Buona lettura!
    Emanuela

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...