Storie intorno al presepe

IMG_5185

La prossima settimana, proprio nel giorno del catechismo molti dei miei ragazzi saranno impegnati con l’Open Day in una scuola media. E già! L’anno prossimo approdano alle medie e se penso a quando li ho conosciuti in terza elementare, così piccini e teneri. Ora sono già trasformati, grandi, nei modi e nei ragionamenti. Mi piace da morire ascoltarli quando mi raccontano delle loro avventure scolastiche ( tranne quando mi dicono i voti che hanno preso a scuola e loro lo fanno apposta per vedermi iniziare a grattarmi perchè io ho detto loro che sono allergica ai voti…:) ).
Dicevo che la settimana prossima saremo quindi in pochi e penso che ne approfitterò per leggere loro alcune storie tratte da un libro bellissimo che avevano regalato a Matilde quando era piccina.

IMG_5190

Come ogni anno in occasione del Natale la grande casa dei nonni torna a riempirsi di gente. Voci, risate, porte che sbattono, passi per le scale, auto che vanno su i giù lungo la stradina sassosa.
La casa è quasi in cima alla collina, poi c’è un boschetto e una radura erbosa da cui, quando l’aria è tersa o tira il vento, si vede lontano lontano. Il paesaggio tutt’intorno è molto bello. Di solito, però a dicembre da quelle parti fa così freddo che è meglio starsene ben riparate tra le vecchie, solide mura. In cucina, il calore dei termosifoni si aggiunge a quello dei fornelli accesi sotto i pentoloni e padelloni. Nonna Emilia per l’occasione li tira fuori dalla credenza grigia, quella che ormai si apre solo per Natale e Ferragosto, quando deve tornare a cucinare “per tutta la tribù” che vuol dire circa una ventina di persone. E’ una bella fatica, ma lo fa volentieri. Deve anche preparare le camere per tutti quegli ospiti. Dai cassettoni escono lenzuola, piumini, spugne profumati di lavanda. Nonno Giulio l’aiuta.
Quanto è tutto pronto lei corre in cucina e lui sale in solaio a prendere gli scatoloni del presepe. Sono due: uno conla capanna e casette, l’altro con le statuine. Hanno quasi la sua età, perchè gliele aveva regalate il suo nonno quando era bambino, perciò sono un po’ vecchiette. Ma sono sempre bellissime. Il nonno spolvera tutto con cura, così quando arrivano i suoi nipoti si può cominciare. Perchè il presepe lo fanno insieme, ogni anno”.

Il presepe non è solo la Natività.
La Natività è ciò che attira tutta una serie di personaggi: pastori, pecorelle, stelle, angioletti…
Nonno Giulio racconterà ai suoi nipoti  (mentre insieme ricreano ancora una volta l’atmosfera raccolta, intima , familiare del gesto di fare il presepe)  delle storie che hanno come protagonisti questi personaggi che compiono azioni gentili, che sono felici o soffrono.
Abbiamo il pastore Saulino che incontra e aiuta un angioletto che si è ferito ad un’ala e ha perso il gruppo degli altri angeli diretti alla capanna di Betlemme; abbiamo Virgilio che ha quasi cento anni e vive in un paese piccolo piccolo. Lui decide di non allontanarsi dalla sua casa in occasione del Natale e fa bene perchè la sua presenza lì, in quel momento sarà decisiva…

IMG_5194

IMG_5199

I nipoti di Nonno Giulio lo ascoltano con attenzione mentre racconta e tra una storia e l’altra fanno le loro considerazioni, esprimono le loro opinioni.
Un libro sul Natale in cui Gesù Bambino pur rimanendo sullo sfondo fa da filo che lega le vite di tutti i personaggi del presepe.
Da leggere e da regalare.

E intanto i miei ragazzi hanno iniziato a colorare una Natività che poi diventerà una semplicissima ma bellissima lampada che doneremo loro durante la festa di Natale, il prossimo 17 dicembre.

IMG_5203

IMG_5189

Maria Vago
Storie intorno al presepe
Edizioni San Paolo

Questo post partecipa all’iniziativa “Il venerdì del libro” di Homemademamma.

A tutti voi auguro di trascorre dei felici e sereni giorni di festa ( qui a Milano oltre martedì che è il giorno dell’Immacolata anche lunedì, il 7 dicembre è una festa importante, Sant’Ambrogio, patrono della nostra città).
Ci rivediamo mercoledì!

8 thoughts on “Storie intorno al presepe

  1. Penso che i bambini del tuo gruppo di catechismo siano fortunati..rendi interessante tutto “quello che tocchi”..buoni giorni di festa anke a te Luca e Matilde!

    Mi piace

  2. Ciao, le lanterne sono una bellissima idea! Posso sapere come si costruiscono? L’immagine da colorare è stampata sul foglio che costituisce la lanterna? Come si illuminano? Grazie!!!

    Mi piace

  3. Ciao Arianna
    Le lanterne sono molto facili da costruire e trovi un sacco di tutorial in rete ( basta cercare lanterne di carta su google e ti esce il mondo). Il disegno l ho scelto io e l ho incollato sulle lanterne prima di ritagliare le strisce. Noi l abbiamo illuminat mettendo una candelina scaldavivande in un bicchiere e inserendolo nella lanterna. Niente di più facile!
    Ciao

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...