Nostalgia

IMG_5243

Sarebbe stata un’ottima homeschooler e in effetti, se ci penso bene, ho imparato più cose stando con lei che andando a scuola.
Sto parlando della mia nonna materna, la nonna Santina.
Ci ha lasciato da ormai 15 anni ma mi manca tantissimo.
Devo averla sognata stanotte perchè mi sono svegliata con la precisa sensazione di averla vicina.
E mi è presa una grande nostalgia.
All’improvviso mi sono tornati alla mente tutti i momenti passati con lei. Tanti. Tantissimi.
Da bambina passavo tutte le mie vacanze estive e di Natale da lei.
Lei abitava nella corte di un castello. Si, un castello vero! Questo, per la precisione.
Nella sua casa non c’era il riscaldamento.
Il letto veniva riscaldato con la cenere nello scaldino e per me era una vera e propria goduria uscire dal bagno gelido e correre tuffandomi letteralmente nel lettone con il materasso di piuma. Perchè io dormivo sempre con lei e adoravo il profumo della sua pelle. Mi faceva sentire protetta e al sicuro.
C’era una stufa nella grande cucina che d’inverno mi accoglieva e sulla quale regolarmente la nonna metteva le bucce d’arancia con i chiodi di garofano.
Che profumi in quella cucina!
Biscotti, torte, ravioli e pasta fatta in casa.
E vicino a quella stufa quanti pomeriggi passati con lei a lavorare a maglia i suoi capolavori ed io ad ascoltare le storie che mi raccontava. Di come aveva conosciuto mio nonno ( che io purtroppo ho conosciuto pochissimo), un amore a prima vista, un grande amore.
E quante cose fatte con lei: lavoretti di Natale, origami, e poi ancora gli gnocchi e la frittura con i pesciolini pescati nel fiume Adda dai suoi figli, i miei zii.
Quel profumo d’arancia mi ha fatto compagnia tutta la mattina e allora ho pensato di ripercorrere anche con i gesti quei momenti bellissimi, ricordi indelebili che nessuno mi porterà via.
Ho preso un’arancia, dei chiodi di garofano e un filo di lana bianco.
Il profumo si è fatto più intenso (nonostante il naso chiuso per il raffreddore di questi ultimi giorni) e la nostalgia anche.
Una nostalgia “felice” però.

IMG_5246

IMG_5248

Annunci

2 thoughts on “Nostalgia

  1. Ricordi bellissimi da portarsi dentro per sempre! Sai che proprio ieri ho visto uno di quegli aggeggi dove si riponeva il braciere dentro al letto? Si chiamava “prete”, anzi vorrei scriverciun post!
    Comunque sono sicura che lei ti è vicina davvero!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...