Gentile direttore…

20151205_200812

… seguo il suo giornale da molto tempo e soprattutto trovo interessanti e utili le risposte alle domande che ogni settimana le vengono rivolte dai suoi lettori.
Ecco perchè ho deciso di rivolgergliene una anche io, ossia:
” Perchè, secondo lei, c’è così poca informazione riguardo ai Disturbi Specifici dell’Apprendimento visti spesso come una malattia e non come una caratteristica?”
Io sono una ragazza con DSA e prima che mi fosse riconosciuto il disturbo la mia maestra delle elementari convocava spesso i miei genitori, considerandomi svogliata e con la testa tra le nuvole. Mi aveva persino soprannominato “Alice nel paese delle meraviglie”!
Per fortuna i miei genitori hanno capito che il problema non era la pigrizia, ma una vera e propria difficoltà.
Adesso frequento la terza media e ho la fortuna di avere dei professori attenti alle mie caratteristiche; anzi alle nostre visto che ho quattro compagni con DSA.
Credo che una sua risposta possa aiutare ragazzi e genitori che stanno vivendo l’avventura ( e non disavventura) della dislessia.
Grata della sua attenzione la saluto cordialmente.
Matilde ( Milano ).

Questo è stato l’argomento di un lavoro di produzione scritta assegnato a Matilde qualche settimana fa.
Si trattava di scrivere una lettera immaginaria ad un giornale scegliendo il tono della lettera, cioè protestare, criticare o ringraziare pubblicamente o suscitare un dibattito o ancora cercare informazioni.
Matilde ha scelto in realtà di avere l’opinione su un argomento che evidentemente le sta a cuore con la speranza di suscitare un dibattito tra i lettori.

Il problema della poca informazione rispetto ai DSA è un problema purtroppo ancora troppo presente, anche tra gli operatori della scuola.
Noi cerchiamo nel nostro piccolo attraverso la nostra esperienza e tramite questa piccola finestra sul mondo di diffondere la conoscenza dei DSA e penso che Matilde crescendo si attiverà in questo senso.
E proprio per restare in tema di ragazzi che parlano di dislessia vorrei segnalare un libro…

cover_devo_solo_attrezzarmi

Irene e Marco, due ragazzi di 15 e 16 anni, hanno un problemino. Per sapere qual è basta guardare le iniziali del titolo di questo libro (Devo Solo Attrezzarmi) e la soluzione verrà fuori da sola: DSA, Disturbi Specifici di Apprendimento.
Irene e Marco sono dislessici, ma, pur consci del loro “problemino”, di cui parlano spesso ciascuno nel proprio diario, vivono la vita di tutti i ragazzi della loro età, sapendo bene che la dislessia può essere affrontata non come un “disturbo”, ma come una “qualità” della persona.
Basta solo attrezzarsi.

Annunci

8 thoughts on “Gentile direttore…

  1. Credo che gli adolescenti di oggi siano tutti quanti belli svegli!
    Ieri ho visto una Matilde al settimo cielo quando siamo andati a scuola a prendere il documento contenente il consiglio orientativo per la scuola superiore.
    Era preoccupata che i professori le consigliassero una scuola diversa dal Liceo Artistico e invece sembra proprio che il suo docente si arte si sia proprio pronunciato in questo senso ritenendo che abbia le attitudini per frequentare questo tipo di scuola.
    Non ho mai visto una Matilde così euforica. Continuava ad abbracciarci e dirci: “Io il mio regalo di Natale l’ho già ricevuto!”.
    E anche io continuavo ad abbracciarla commossa e le dicevo: “Sono tanto felice per te!”.
    Ecco mi commuovo anche adesso!

    Liked by 1 persona

  2. Sono sicura che Matilde avrà il più gran successo che si possa desiderare: essere fiera di sé e sicura di quello che è.
    Altro che Alice e le sue domande allo Stregatto sulla strada giusta da percorrere… 😉

    Mi piace

  3. Di a Matilde che la nonna Mariuccia è fiera di lei. dopo che mi ha telefonato per dirmi che i professori erano d’accordo sulla sua scelta mi sono commossa e qualche……. lacrima è scesa
    Nonno Antonio non piange ma era felicissimo della notizia
    Nonna Mariuccia

    Mi piace

  4. Volevo fare i complimenti anche per quella lettara che Matilde ha scritto al direttore Di a Matilde che è una grande
    nonna Mariuccia

    Mi piace

  5. Che Matilde fosse una ragazza in gamba lo sapevo, con qs lettera lo ha proprio confermato..chiara..incisiva..armoniosa..
    Liceo Artistico..quello che voleva confermato anche dai professori..centrato in pieno..brava Matilde e grande soddisfazione anche per i suoi genitori..veramente un più che bel regalo di Natale!

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...