Quanto hai in banca?

IMG_5944

“Esiste una Banca che ogni mattina accredita la somma di ottantaseimilaquattrocento euro sul tuo conto.
Ogni notte cancella qualsiasi quantità del tuo saldo che non sia stata utilizzata durante il giorno.
Ognuno di noi possiede un conto in questa Banca.
Il suo nome? Tempo.
Ogni mattina questa Banca ti accredita ottantaseimilaquattrocento secondi.
Ogni notte questa Banca cancella e dà come perduta qualsiasi quantità di questo credito che tu non abbia investito.
Questa Banca non conserva nè saldi nè permette trasferimenti.
Ogni giorno ti apre un nuovo conto. Ogni notte elimina il saldo del giorno.
Se non utilizzi il deposito giornaliero, la perdita è tua.
Non si può fare marcia indietro. Non esistono accrediti sul deposito di domani.
Devi vivere nel presente del deposito di oggi.
Investi in questo modo per ottenere il meglio nella salute, felicità e successo: l’orologio continua il suo cammino.
Ottieni il massimo da ogni giorno.
Per capire il valore di un anno, chiedi ad uno studente che ha perduto un anno di studio.
Per capire il valore di un mese, chiedi ad una madre che ha partorito prematuramente.
Per capire il valore di una settimana chiedi all’editore di un settimanale.
Per capire il valore di un’ora chiedi a due innamorati che attendono d’incontrarsi.
Per capire il valore di un minuto chiedi a qualcuno che ha appena perso il treno.
Per capire il valore di un secondo chiedi a qualcuno che ha appena evitato un incidente.
Per capire il valore di un millesimo di secondo, chiedi ad un atleta che ha vinto la medaglia d’argento alle Olimpiadi.”

Questo scritto l’hanno trovato il nonno Antonio e la nonna Mariuccia appeso fuori da una chiesa.
Me l’hanno fatto leggere chiedendomi che cosa ne pensavo.
Io ho risposto che lo trovavo molto yogico.
E’ un invito a vivere il presente, il qui e ora.
Domani non è ancora arrivato e ieri è già passato. Tutto quello che di saggio posso fare è vivere intensamente il presente investendo le mie energie e i miei pensieri sull’oggi, sugli 86400 secondi che ogni giorno ho a disposizione cercando di non sprecarli crogiolandomi nella pigrizia o non facendo i miei doveri di madre, moglie, figlia ecc…, e soprattutto non sorridendo.
Loro non erano molto d’accordo nel senso che trovandolo fuori da una chiesa, secondo loro mancava un riferimento religioso ( ovviamente invito i nonni a commentare spiegando nel dettaglio le loro osservazioni).
Io ho osservato che non era necessario che ci fossi un riferimento religioso e che comunque ognuno poteva mettercelo ( ogni mattina io ringrazio Dio per la notte che ho passato e per la giornata che mi dona).
Per me il messaggio è perfetto così com’è!

Voi che cosa ne pensate?

Annunci

9 pensieri riguardo “Quanto hai in banca?

  1. Bellissimo messaggio…molto intelligente…riflettere sul tempo che ogni giorno abbiamo a disposizione..non sciuparlo..usarlo con intelligenza..indipendentemente da religione o credo…da tener presente sempre..bravo nonno Antonio e nonna Mariuccia che si sono fermati a leggerlo e te l’hanno racontate!

    Mi piace

  2. Cara Catia forse non ci siamo spiegati. bene. Riteniamo solo che l’espressione “Investi in questo modo per ottenere il meglio nella salute, felicità e successo” sia ambigua e riduttiva indipendentemente da dove possa essere esposta ma soprattutto se fatto in una chiesa.
    Avremmo preferito un “Investi in questo modo per ottenere (non solo per te) il meglio nella salute, felicità e successo” perché pur analizzando la frase in tutti i modi non siamo riusciti ed estrarre un invito ad aprirsi agli altri, concetto che immagino l’autore considerasse scontato
    un saluto nonno Antonio e nonna Mariuccia

    Mi piace

  3. E se io utilizzassi i miei 86400 secondi per occuparmi con amore della mia famiglia, per fare il mio amato catechismo, per andare a trovare il nonno Angelo acciaccato, per fare la spesa per la nonna Teresa, per ascoltare lo sfogo di un’amica……. non mi sto aprendo agli altri?
    E se tutto questo non mi pesa e mi rende felice e serena?
    Bingo!
    Sono felice io e ho reso ( spero) felici gli altri.
    Ho speso proprio bene il mio tempo!
    No! Non c è bisogno di un invito esplicito.

    Mi piace

  4. Molto interessante, ho condiviso il tuo post anche su g+.
    Lo farò leggere anche alle mie figlie e lo dovrebbero leggere tutti i giovani che passano ore buttati sul divano davanti a cellulari o tv… e che magari si lamentano di non riuscire a trovare lavoro.
    Dani

    Mi piace

  5. Cara Catia, i tuoi post sono sempre piacevolmente sorprendenti ed entusiasti, ma questo articolo li batte tutti…io che sbuffo di continuo, che spesso e volentieri mi lamento del troppo da fare mi dimentico di fermarmi a pensare che il “da fare” me lo organizzo io e, se volessi usare in maniera diversa i miei 86.400 secondi dovrei avere il coraggio e la forza di farlo.
    Grazie a te, a Mariuccia e Antonio per questa splendida riflessione.
    MaPi

    Mi piace

  6. Ciao Maria Paola,
    io credo che il tempo sia l’unica vera ricchezza che abbiamo.
    Ovviamente sta a noi decidere come “sfruttare” questo dono.
    Il modo in cui lavoriamo, in cui interagiamo con le persone, la nostra visione delle cose.
    Per esempio conosco persone che non fanno altro che lamentarsi, di tutto e di tutti.
    Io non lo farei mai.
    Ho deciso di impostare la mia vita nell’ottica dell’arricchimento e del positivo.
    Ovviamente ci sono eventi che in qualunque modo tu li possa rigirare difficilmente riesci a trovare del positivo.
    Ma cercare di vedere il bello nelle cose mi sembra un modo proficuo e benefico di ” sfruttare” il dono tempo.
    Un bacio

    Mi piace

  7. Bel modo comiciare la giornata e questa primavera ricordandoci che veramente l’unico momento che esiste è il presente . Io cerco di impostare la mia vita così, insegnandolo anche ai miei figli di non rimuginare sul passato che appunto è ormai passato e che è bello pianificare sul futuro ma senzav porvi particolare attenzione. Rimanere sul presente ti fa cogliere la vera essenza della vita , ti fa cogliere le opportunità e ti offre uno stile di vita più pieno e consapevole.grazie per avercelo ricordato

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...