7 km da Gerusalemme

r8h7b4k3k1z1y9s8a6g0m4n2q0p8r7e3o4d6y5a3q9l6z1k9v6b3e5p8r1q3x8r4h8c2i0o9c0p0e0a0r1i8r9q3c2s0d3m4f5r5r2n7f1v3c8k7z7q6q2a7o7t6c2d3

Era da tanto che era nella mia lista dei film da vedere e finalmente ci sono riuscita.
E mi sono detta: ” Perchè non l’ho fatto prima?”
Ma evidentemente lo dovevo vedere nei giorni immediatamente precedenti alla S. Pasqua. Si! Ha avuto più senso.
Un film bellissimo, estremamente spirituale e profondo.
L’ho visto una volta da sola, un pomeriggio e poi l’ho rivisto la sera dopo con Luca.

33xc5lj

7 km.
E’ la distanza che c’è tra Gerusalemme ed Emmaus.
E’ il tratto di strada che percorre il protagonista, Alessandro Forte, pubblicitario, che sta vivendo un periodo di profonda crisi.
Ed è sul quel tratto di strada che viene affiancato da un uomo che si rivelerà essere Gesù.
Si, proprio come i due discepoli che vengono affiancati da un uomo nel quale riconosceranno il Maestro quando spezzerà il pane.
E’ davvero Gesù l’uomo che Alessandro incontra o meglio ha davvero incontrato qualcuno? O è un sogno ad occhi aperti? La manifestazione di un desiderio, di un qualcosa che è già presente nel suo animo e che finora è rimasto nascosto? Del resto ” questo è un posto magico…” dice Angelo, un uomo che Alessandro incontra e che è anche lui alla ricerca di qualcosa…
Gesù parlerà ad Alessandro, facendogli ripercorrere episodi della sua vita, persone con le quali ha interagito e alle quali poi Gesù farà recapitare dei messaggi che le cambieranno profondamente.

7_km_da_Gerusalemme

Il film è tratto dal romanzo omonimo di Pino Farinotti che ovviamente ho già provveduto ad acquistare.
Il film è stato riconosciuto come “Film di interesse culturale e nazionale, con particolari finalità artistiche e spettacolari”, e relativo fondo di intervento assistito dal fondo di garanzia dal Ministero dei Beni Culturali italiano.

Ne consiglio la visione di tutto cuore e forse si…. questo periodo pasquale è proprio il più adatto.
Buon lunedì dell’Angelo!

Advertisements

9 thoughts on “7 km da Gerusalemme

  1. Ciao Catia, ho visto questo film in un paio di occasioni, mi è piaciuto molto, anche se “Gesù” mi sembrava poco “forte” come personaggio, però il senso lo rendeva benissimo. Un saluto 🙂

    Mi piace

  2. Certo, sull’aspetto era davvero fantastico :D:D:D
    Quello c he proprio non riuscirei a rivedere però era quella mamma alla sorgente, quando sentiva la voce della figlia… (non sto sbagliando film, vero?)

    Mi piace

  3. Non stai sbagliando film.
    Io credo che quando una madre vive l’esperienza della perdita di un figlio, l’unico desiderio che ha è quello di saperlo felice, ovunque esso sia. Lei aveva chiesto un segno e Dio gliel’ha dato attraverso Alessandro. Io l’ho trovato molto consolatorio e risolutorio rispetto ad una situazione di blocco totale e di incapacità di riuscire a guardare avanti.

    Liked by 1 persona

  4. Se ti va, poi fammi sapere come l’hai trovato. Se invece non dovessi più sentirti, per me avertelo fatto scoprire è già una grande soddisfazione. Grazie a te per la risposta! 🙂

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...