Plenaria

cof

Durante tutto il mese di novembre al liceo di Matilde si sono tenuti i colloqui mattutini con i docenti. Io, nei giorni liberi dai miei corsi, ne ho approfittato per conoscere alcuni di loro.
Ieri pomeriggio si è invece tenuto il colloquio plenario dedicato ai genitori che di mattina sono impegnati con il lavoro.
Ora, il liceo di Matilde conta più di 1200 studenti. Questo significa che circa 1200 genitori ( vabbè togliamo quelli che hanno avuto colloqui al mattino ma che comunque non sono molti) si sono “riversati” nei corridoi della scuola alla ricerca delle aule in cui ricevevano i docenti interessati.
Una gran bella confusione!
Per me era la prima volta e ci ho messo un po’ a capire il meccanismo.
Un po’ macchinoso ma alla fine ce l’ho fatta a parlare con i tre professori che non avevo ancora conosciuto.
Confusione si! Ma dicevo una bella confusione!
Nell’attesa, tra un colloquio e l’altro ho chiacchierato con altre mamme e papà che come noi hanno iniziato quest’anno il percorso della scuola superiore e devo dire che lo scambio e la condivisione sono sempre utili. Ci sono gli stessi timori, gli stessi dubbi ma anche le stesse speranze e le stesse soddisfazioni.
Poi è interessante anche condividere con chi sta concludendo il percorso ( una mamma di una ragazza di quinta mi ha svelato alcuni trucchi su come ottimizzare il tempo nel colloquio plenario!).
Insomma, nel liceo di Matilde si respira aria buona, direi un’energia positiva a dispetto dell’aspetto della scuola che essendo un ex ospedale psichiatrico ha proprio una struttura e un’ organizzazione degli spazi… direi… ospedaliera. Ma la popolazione che la abita è viva ed energica.
Per quanto riguarda Matilde tutto ok! E’ una ragazza tranquilla ed educata e alla fine è quello che a noi importa, al di là del rendimento.
In questo liceo c’è molta attenzione per i ragazzi con DSA che pensate rappresentano il 23% del totale degli studenti. Una volontà da parte degli insegnanti di conoscerli meglio e pensare a ciò che è meglio per loro. Una richiesta di collaborazione con i genitori per creare una buona sinergia.
Insomma, il trimo trimestre sta finendo e il bilancio è positivo.
Il nostro termometro poi è Matilde che è serena e contenta.
E tanto basta!

E intanto anche il mese di novembre sta finendo.
E’ stato un mese un po’ faticoso ma positivo.
E penso a domani, al primo giorno di dicembre e al S.Natale che si avvicina.
Il periodo dell’anno che preferisco.
Sa di biscotti allo zenzero e di luci.
Di calendario dell’Avvento, sorrisi e buone azioni.
Un periodo di ricarica spirituale.

Annunci

3 pensieri riguardo “Plenaria

  1. Al di là di tutto io credo che la tanto vituperata scuola pubblica funzioni bene. Questa è stata la mia esperienza, in tre scuole totalmente diverse. La stragrande maggioranza degli insegnanti li ho trovati attenti e motivati e, spessissimo, suppliscono a carenze ben più grandi e gravi.
    L’inizio di dicembre mi dà un po’ di ansia. Il 3era il compleanno di mio padre. Mi manca ogni minuto di più. Mio fratello, ogni anno da quando non c’è più, lo va a salutare portando due calici di vino rosso e un rametto di rosmarino.. è il nostro rituale , anche se vivo lontana..
    …e poi iniziamo i preparativi, con decorazioni nuove, altrimenti Astro si mangia tutto! Saranno tutte in alto!!!!

    Mi piace

  2. sono contenta per te e Luca perchè sapere dai professori che è una ragazza attenta e educata è una soddisfazione; da quanto mi hai riferito anche il rendimento è buono
    Matilde sei “grande” devi sorridere qualche volta in più
    un abbraccio a tutti e tre
    nonna Mariuccia

    Mi piace

  3. Ciao CATIA,
    Io colloquio generale è sempre un’avventura ma in fondo divertente. Pensa che qualche giorno fa sono andata a quello di mio figlio Giovanni che frequenta una scuola con molti indirizzi ( lui fa il liceo delle scienze applicate) e in tutto gli studenti sono 3000 circa. Praticamente una cittadella!
    Tre ore per parlare solo con due insegnanti! Meglio nella scuola di Marta ( dove sono “solo” in 900) ma comunque grandi file e infinite attese!
    Sono contenta che Matilde è contenta e non mi sorprende una percentuale di dislessici così alta al Liceo Artistico.
    Abbiamo figli artisti!
    Un abbraccio
    Francesca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...