Tradizioni familiari natalizie quando i figli crescono

img_7965

Quello natalizio è un periodo magico.
Luci, canti, decorazioni.
Quando in famiglia c’è un bimbo piccolo sembra che questa magia venga amplificata e si dedica tutta l’energia per vedere i volti dei nostri bambini iluminarsi alla vista dell’albero di Natale, dei pacchetti e pacchettini, dei personaggi del presepe …
E quando i figli crescono? Tipo … quando entrano nell’adolescenza?
Forse un pochino di magia si perde ma ci sono alcuni momenti che possono essere mantenuti per ritrovare non solo un po’ della magia ma anche un’occasione per stare insieme e creare dei riti tutti nostri.
Uno di questi momenti è proprio la decorazione della casa.
Da noi è tradizione che dell’albero di Natale se ne occupi Matilde.
Infatti io sono una frana totale a decorare l’albero. Non ho senso della simmetria e dell’armonia per cui il mio albero è sempre storto, o carico di decorazioni solo da una parte o illuminato in senso poco logico.
Dedichiamo una serata in cui mentre Matilde decora l’albero, Luca ed io ci occupiamo di sistemare la ghirlanda illuminata sul mobile del soggiorno, di sistemare il presepe e le candele nei punti strategici. Ma la nostra tradizione prevede che il tutto sia accompagnato dalla visione di un film ( natalizio ovviamente) .
Quest’anno ci siamo gustati un cartone animato troppo simpatico: Arthur’s Christmas ( il figlio di Babbo Natale).

img_7970

img_7973

img_7974

img_7988

img_7989

img_7990

img_7991

maxresdefault

Un’altra tradizione familiare riguarda l’acquisto di una decorazione nuova ogni anno. Quando Matilde era piccola piccola la sceglievo io e solitamente era una pallina per decorare l’albero poi quando Matilde è stata un po più grandina, verso i quattro anni, ha cominciato a sceglierla personalmente e la prima è stata una palla di vetro con la neve ed è stata la prima di undici. Dal 2006 tutti gli anni andiamo insieme al Viridea ad acquistare una palla di vetro con la neve ( e facciamo merenda fuori con una crepe alla nutella !).
Ecco le undici palle di vetro…

img_7984

… e questa è quella che Matilde ha scelto quest’anno!

img_7986

L’ultima tradizione che si è mantenuta è quella di sistemare dei libri natalizi in una cesta sotto l’albero. Quante volte Matilde si è fatta leggere quelle pagine nelle settimane precedenti il Natale!

img_5185

Anche se non leggo più per lei, ogni tanto Matilde li sfoglia ancora!
E poi, per noi, ancora più importante di tutte le tradizioni “decorative” è partecipare insieme alla S. Messa della Vigilia.
Non è necessario fare grandi cose per mantenere viva anche nei figli adolescenti la magia del Natale.
Buon fine settimana cari amici e buona ultima domenica d’Avvento!

Advertisements

6 thoughts on “Tradizioni familiari natalizie quando i figli crescono

  1. bellissime le tue immagini e le vostre tradizioni!
    anche qua i rituali familiari sono rispettati e, anche se i miei figli sono tre adulti, ci tengono moltissimo.
    Io mi dedico all’albero di natale ed alle decorazioni di casa, Tommaso al presepe; l’augurio che, ogni anno, appendiamo alla porta di casa è un bellissima poesia che Giulia studiò in terza elementare(….quindi 25 anni fa….)! Ogni anno mi capita di trovare qualche persona del palazzo intenta a leggerla e questo mi fa davvero tanto piacere.
    I pacchetti sotto l’albero si pongono la notte della vigilia e si aprono tutti assieme la mattina, tutti rigorosamente….in pigiama!
    Ho poi due palline di natale di vetro che appartengono all’albero di quando ero bimba e che mio padre mi regalò per il primo natale di Giulia (…33 anni fa….);: mi emoziono ogni volta che Tommy le estrae dalla scatolina in cui sono poste con rigorosa cura….
    Ma la cosa che mi rende più felice è che giulia sta tramandando ai suoi bimbi le nostre tradizioni….e questo è bellissimo.
    Che altro dire?
    un grande abbraccio
    lela

    Mi piace

  2. Che bellezza!! Il Natale ha sempre davvero qualcosa di magico, e hai ragione, soprattutto coi bambini piccoli!
    Quest’anno da noi l’albero l’ha fatto la piccola col suo papà mentre io li guardavo dal divano con 38 di febbre, e sono stati bravissimi! Poi il giorno dopo io e lei abbiamo fatto il presepe.
    Non abbiamo ancora istituito una vera tradizione… magari quest’anno però ritorniamo a Baggio a vedere il presepe… se ci sei ci accompagni? Un bacione

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...