… sono solo una piccola matita…

mde

Il presepe tematico parrocchiale del Natale 2016 si è ispirato alla celebre frase di Madre Teresa di Calcutta “Sono solo una piccola matita nelle mani di Dio”.

La metafora della matita è molto efficace per trasmettere ai ragazzi che la loro vita è destinata a fare grandi cose, a far capire loro che sono ragazzi in gamba.

In principio, il Fabbricante di matite parlò alla Matita dicendo:
”Ci sono cinque cose che devi sapere prima che io ti mandi nel mondo. Ricordale sempre e diventerai la miglior matita che possa esserci.”

Primo:
Potrai fare grandi cose, ma solo se ti lascerai portare per mano.

Secondo:
Di tanto in tanto dovrai sopportare una dolorosa “temperata”, ma è necessario se vuoi diventare una matita migliore.

Terzo:
Avrai l’abilità di correggere qualsiasi errore tu possa fare.

Quarto:
La parte più importante di te sarà sempre al tuo interno.

Quinto:
A prescindere dalle condizioni, dovrai continuare a scrivere. Lasciare sempre un segno chiaro e leggibile, per quanto difficile sia la situazione.

La Matita ascoltò, promise di ricordare, ed entrò nella scatola comprendendo pienamente le motivazioni del suo Fabbricante.

Ora sostituisciti alla matita; non dimenticare mai le cinque regole, ed anche tu diventerai una persona migliore.

Uno:
Potrai fare grandi cose, ma solo se permetterai a Dio di tenerti per mano.
Permetterai così ad altri esseri umani di accedere ai molti doni che possiedi.

Due:
Di tanto in tanto sperimenterai una dolorosa “temperata”, attraversando vari problemi, ma ti servirà per diventare una persona più forte.

Tre:
Sarai capace di correggere o superare gli errori che potrai fare.

Quattro:
La parte più importante di te sarà sempre quella interna.

Cinque:
Su qualsiasi superficie camminerai, dovrai lasciare il tuo segno. Non importa quale sarà la situazione, dovrai continuare a servire
Dio in tutto.

Tutti siamo come una matita…. Creati dal Creatore per un unico e speciale scopo.

Comprendendo e ricordando, facciamo in modo di vivere la nostra vita su questa terra avendo uno scopo pieno di significato nel cuore
ed una quotidiana relazione con Dio.

Siamo stati fatti per fare Grandi Cose…

Il presepe è stato inserito infatti in una grande matita e rappresenta la città di Calcutta, con la sua grande contraddizione di ricchezza e povertà…

mde

mde

mde

Nella punta della matita, cioè quella parte che lascia una traccia, è stata inserita la Natività, un po’ nascosta. Questo particolare è stato voluto dagli ideatore del presepe per indicare che la Fede è presente, ma va anche un po’ cercata, coltivata, approfondita.

mde

Sullo sfondo del presepe tante frasi di Madre Teresa.
Ieri pomeriggio ho portato i miei ragazzi di catechismo in chiesa e abbiamo osservato bene il presepe. Poi ho chiesto loro di dedicare cinque minuti alla lettura delle frasi, di sceglierne una e di spiegare su un cartoncino che cosa li aveva colpiti di quella frase.
Ecco le loro riflessioni…

mde

cof

… a me ha colpito la frase: “se giudichi le persone non avrai tempo per amarle”. Infatti non si può giudicare una persona perchè ognuno è quello che è e se si comincia a giudicare una persona dopo un po’ non si trovano più cose belle in lei e quindi si comincia a disprezzarla. Poi anche perchè se cominci a giudicare una persona anche lei comincia a giudicare te e si litiga.

“Lotta perchè il tuo ottimismo diventi speranza”… Mi ha colpito questa frase perchè lottare per qualcosa è importante ed è una cosa giusta da fare e da provare…

“Non esiste solo la povertà materiale”… questa frase mi ha colpito perchè i poveri di soldi sono ricchi in amore verso Dio.

“Ama la vita quando nasci e ogni volta che stai per morire” Secondo me bisogna amare sempre la vita anche se sembra che Dio sia arrabbiato con noi ma non è vero…

“Lotta perchè il tuo ottimismo diventi speranza”… mi ha colpito questa frase perchè per ottenere le cose bisogna lottare.

“Sono una piccola matita nelle sue mani” … mi piace questa frase perchè mi piace l’idea che Madre Teresa di Calcutta l’abbia detta a Gesù.

“Da’ il meglio di te” … questa frase mi ha colpito perchè se si da il meglio di sè si potrà ottenere un bel risultato e se tutti danno il meglio di sè in un gruppo si lavora molto bene.

Io adoro i miei ragazzi!

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...