Il rito del cibo preparato e consumato

cof

Quando mi siedo a tavola, la prima cosa che faccio è il segno della croce.
Un gesto a me caro con cui ringrazio Dio del cibo che anche in quella giornata ci è stato donato.
Quello che non ho mai pensato di fare è di ringraziare per le persone che quel cibo lo hanno preparato.
Da quando sono sposata sono io che mi occupo della preparazione dei pasti e forse avrebbe poco senso ringraziarsi da sola.
Ma più penso a questa cosa e più mi vedo in errore.
Sabato, per pranzo, ho preparato un risotto con i porri.
Era la prima volta che lo cucinavo, non so nemmeno se è venuto bene ( ma marito e figlia l’hanno spazzolato per cui…).
Il risotto è un piatto delicato da preparare.
Devi stare attento. Non ti puoi distrarre perchè basta un attimo e il riso si attacca e si rischia di rovinare tutto.
Ho deciso di prestare maggiore attenzione a quello che facevo, così ho portato il cellulare in un’altra stanza ( in quel momento c’erano numerosi scambi tra i componenti di un gruppo di WhatsApp), ho acceso il lettore Cd con la colonna sonora de “Lo Hobbit” e mi sono piazzata davanti ai fornelli e ho guardato il mio risotto con i porri che lentamente si cuoceva, ho prestato attenzione ai minimi segnali di possibile bruciatura aggiungendo subito il mestolo di brodo vegetale, ho assaggiato di tanto in tanto per verificare il grado di cottura e il sapore.
Non mi sono schiodata da lì decisa a gustarmi anche la preparazione, quando solitamente, alterno una mescolatina ad una controllatina a facebook o a WhatsApp appunto.
Quando mi sono seduta a tavola, davanti al piatto di risotto, ho fatto il segno della croce e mi sono ringraziata.
E’ stato un effetto piacevole!
Voi direte: ” ma con tutte le cose che abbiamo da fare, le tremila incombenze che ci sono in casa, non è possibile avere il tempo di concentrarsi su una cosa sola alla volta!”.
Forse è vero e non è detto che si debba fare tutte le volte, ma ogni tanto si, penso che faccia bene.

Nell’introduzione del suo libro ” La cucina del monaco buddhista“, Kakuho Aoe scrive:
Vorrei trasmettervi l’importanza del principio che sta alla base dell’atto del cucinare ossia “preparare il cibo con cura e mangiare con tranquillità”: innanzitutto preparare un buon dashi*, poi bollire le verdure, far cuocere il riso e così via, senza preoccuparvi del tempo che passa, di quanto ci state impiegando. A mano a mano che avrete accumulato esperienza e vi sarete impratichiti, troverete che non solo il corpo ma anche lo spirito ne trarrà giovamento.

Ripeto, forse non si potrà fare tutti i giorni feriali, che solitamente sono incasinati e con i tempi ristretti, ma nel fine settimana ritagliarsi del tempo per cucinare senza fretta può essere un buon allenamento per alimentare e nutrire corpo e spirito.

* Il dashi è un brodo a base di alghe kombo, ma la parola indica un qualsiasi tipo di brodo.

Annunci

4 thoughts on “Il rito del cibo preparato e consumato

  1. ..concentrarmi per cucinare con calma..di solito mentre cucina il sugo..bolle la pasta..io stendo..rispondo al telefono..fare una cosa sola mi sembra di sprecare il tempo..dovrò rivedere i ritmi..grazie del suggerimento!

    Mi piace

  2. Condivido, dal ringraziamento per il cibo e chi lo prepara al qui ed ora in cucina, se non tutti i giorni, perché il multitasking imperversa, almeno ogni tanto!
    La mia maestra yoga consiglia di portare le mani sopra il cibo per raccoglierne l’energia durante il ringraziamento 😍👐

    Mi piace

  3. Ciao CATIA,
    Io sono fortunata perché la sera ho sempre il tempo di concentrarmi sulla cena. È un momento che assaporò con calma e che amo. Spesso i ragazzi mi aiutano, soprattutto Giovanni, quindi questo tempo diventa anche condivisione e insegnamento. Tra parentesi: mio figlio è un ottimo cuoco, soprannominato ormai da tutti Master Chef!!!
    Un bacio
    Francesca

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...