La settimana della non spesa

Food set

Ci avevo provato già l’anno scorso ed era andata così così.
Ci voglio riprovare quest’anno e mi voglio impegnare molto di più.
In che cosa?
Provare per una settimana a guardare con attenzione ciò che c’è nel frigorifero e nella dispensa, inventarsi piatti con ciò che c’è ed evitare di fare la spesa per una settimana.
L’anno scorso avevo colto la sfida di Stefania, la quale spiega molto bene nel post i vantaggi di questo tipo di “iniziativa” che potrebbe diventare poi una piacevole e conveniente abitudine.
Orbene, stamattina, saltata la lezione di yoga ( ci sono allieve ancora un po’ acciaccate dall’influenza o con nipotini acciaccati dall’influenza) dopo aver stirato, mi sono messa d’impegno e ho guardato attentamente ciò che staziona nel frigorifero e nelle due dispensine dall’ultima spesa che ho fatto.
Ho realizzato che posso benissimo organizzare pranzo e cena per le mie creature per parecchi giorni senza acquistare nulla ( magari non riesco ad arrivare fino a lunedì prossimo ma almeno fino a venerdì ci arrivo).
Si tratta di inventare anche piatti e accostamenti nuovi ( rimanendo nell’edibile e non mescolando magari proteine con proteine ecc…).
Per esempio riesco a fare una cena a base di formaggi ( il che va anche bene visto che dicono che sia deleteria l’abitudine di mangiare il pezzettino di formaggio alla fine di ogni pasto).
E poi visto che c’è una bella insalatina, invece di farci l’insalata di carote, quest’ultime  possono diventare una bella vellutata ( insieme ad una patata) che a Matilde piace tanto.
E poi ancora, visto che a causa delle mie intolleranze alimentari, ho dovuto reinserire nella mia dieta la carne e il pesce ( ma solo una volta alla settimana) una cena è già pronta con un bel trancio di salmone che c’è nel freezer.
Insomma, la sfida è aperta! E per me è una vera e propria sfida visto che il cucinare non è proprio il mio forte!
E voi non avete mai provato a fare un esperimento di questo tipo?
Se si, raccontatelo nei commenti, fateci sapere se avete risparmiato e se avete dato una botta di vita alla vostra inventiva in cucina.
Lunedì prossimo racconterò sul blog chi ha vinto la sfida.
Se io o lo scontrino del supermercato!

Buona settimana!

Annunci

6 thoughts on “La settimana della non spesa

  1. Quando voglio finire quello che ho nel freezer senza accumulare( cosa che faccio automaticamente a volte per abitudine), mi trovo a fare la “spesa in casa”…la chiamo così perché cerco tra le risorse che ci sono già e devo dire che riesco a cucinare parecchi giorni senza andare al super e alla fine sono più fantasiosa e soddisfatta e sicuramente ho risparmiato..ciao Catia..a tra poco!!

    Mi piace

  2. Cara Catia ahimè credo di essere oramai la regina dell’invenzione perche’ spesso non riesco a fare la spesa settimanale, se non di frutta e verdura che a casa vanno a ruba.
    Ammiro chi invece riesce a programmare tutti i pasti nei minimi particolari.
    Ma è vero altresì che se non programmi mangi ugualmente ed inventi tutte le sere.
    Io sono strafortunata perché ho dei figli veramente onnivori ma suggerisco a tutti di provarci almeno una volta ogni tanto. Adesso è il momento di finire avanzi di farine varie come quella di mais (ottima anche nei dolci non solo X una gustosa polenta). Ogni tanto mi faccio aiutare da internet: inserisco i pochi ingredienti che ho e vedo cosa mi ispira google. Buon appetito
    MP

    Mi piace

  3. hai ragione cara Catia, io non sono una creativa in cucina ma bisogna imparare a non fare la spese ogni settimana per abitudine ma solo quando guardando il frigorifero ci si accorge che è praticamente vuoto.
    un saluto nonna Mariuccia

    Mi piace

  4. Ciao Catia,
    Anch’io seguo il blog di Stefania e mi ha affascinato la proposta del non acquisto. Io uso molto le verdure per minestre e vellutate (fantastica quella di sedano rapa e patate) o per condire la pasta e il riso. Le prendo al mercato da una ragazza che vende i prodotti del suo podere e mi dà consigli su come cucinare le verdure più “ostiche”,così posso provare verdure che non avevo mai mangiato.
    Di solito non faccio scorte eccessive perché preferisco comprare al bisogno il prodotto fresco, però sempre più spesso cerco di usare al meglio quello che c’è. Non so per quanti giorni non comprerò nulla!
    Buona continuazione!
    Maria Rosa

    Mi piace

  5. cara catia, sì, ho adottato il sistema della non spesa per una settimana da parecchi anni ormai, da quando, per organizzare pranzo e cena tenendo conto della malattia di mio figlio e del regime alimentare che dovevamo e dobbiamo seguire, mi resi conto che in casa c’è sempre molto di piu’ di quello che pensiamo….
    A me piace molto cucinare, certi ” elementi base”, tipo patate, legumi secchi, riso, in casa li ho sempre e quindi riesco ad inventare sempre qualcosa di sfizioso. Non dico che scrivo giorno per giorno quello che mangeremo, ma programma il menù di massima per la settimana, tenendo conto di mille variabili. E questo mi aiuta per prima cosa a non stressarmi, tornata dal lavoro, con la domanda ” che facciamo per cena?” ed in secondo luogo a riuscire ad avere sotto controllo tutte le ….riserve e quindi a non fare spesa per parecchi giorni!
    un abbraccio
    lela

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...