Libri per bambini: “Ufff…”

Cosa succede se due cuccioli, impossibilitati a giocare con i videogames, si annoiano da morire?
Eh si! E’ proprio dura!
Niente ha attrattiva.
Nemmeno la piscina che magari fino a poco tempo ha divertito i piccoli…
Ma poi….
Basta un piccolo evento, un piccolo rumore e tutto cambia.
La noia si trasforma in divertimento.
In questo libro per bimbi dai tre anni ci viene insegnato come davvero la noia possa essere maestra di divertimento.
Eppure oggi i bambini ,anche piccoli, della scuola dell’infanzia per intenderci, hanno un’agenda ricca di impegni e sembra che i genitori siano preoccupati che i loro figli abbiano sempre qualche cosa da fare ( forse che sperino che alla sera crollino dalla stanchezza per godere di qualche ora di libertà?).
In realtà tenendo occupati all’inverosimile i bambini, li priviamo della possibilità di sperimentare la differenza tra tempo occupato e tempo libero. Ed è proprio il tempo libero quello più fruttuoso per loro.
Lo psicoanalista Adam Phillips nel suo libro ‘Sul bacio, il solletico e la noia’ scriveva che la “capacità di annoiarsi permette al bambino di crescere” perché la noia dà la possibilità di contemplare la vita, di analizzarla piuttosto che corrervi attraverso senza soffermarsi a pensare a ciò che succede. Secondo lo psicologo quindi i bambini devono prendersi il proprio tempo per capire ciò che più piace e ciò che più interessa loro, e per fare questo la noia è fondamentale.
Il tempo libero è dunque quello in cui possono essere più creativi, possono scegliere da soli a cosa giocare.
E se all’inizio li vediamo annoiati non importa. Qualche cosa di certo scatterà a trasformare quella situazione di noia in un pomeriggio memorabile.
Come i piccoli protagonisti del libro di Claude K. Dubois, autrice e illustratrice belga.
Un libro tenero come tenere e delicate sono i disegni.

Questo post partecipa all’iniziativa “Il venerdì del libro” di Homemademamma.

Annunci

Un pensiero riguardo “Libri per bambini: “Ufff…”

  1. Quando ai miei bambini davo la consegna “ disegnate quello che volete” notavo sul volto di alcuni u po’ di “panico”..non sapevano cosa fare..la creatività e la fantasia emergono piano piano quando sono liberi da vincoli..quando si “annoiano”..avere tempo per annoiarsi gli fa solo bene..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...