Un romanzo al mese

Nel 2017 ho letto e studiato tanto.
Si è trattato prevalentemente di libri legati allo studio e al mio lavoro quindi testi di yoga, di meditazione, di approfondimento su tematiche legate al corso AIPY ( sostenibilità e intercultura soprattutto).
Sicuramente nel 2018 questo percorso continuerà e certamente con grande curiosità e soddisfazione, ma ho anche tanta voglia di immergermi in storie.
Storie d’amore, di amicizia, di viaggi, di presente, di passato e di futuro.
Insomma ho tanta voglia di leggere dei bei romanzi.
Vorrei attingere dalla mia libreria, visto che è abbastanza fornita di titoli ( marito e figlia sono degli apprezzabili lettori anche loro) prima di acquistare libri nuovi, anche se so già che farò un’eccezione quando a maggio, per il mio compleanno, mi farò regalare l’ultimo romanzo di Isabel Allende!
Chissà se riuscirò a leggere un romanzo al mese!
Certo, lo so, per molti di voi è pochissimo un libro al mese, ma ho già una lista di libri inerenti allo yoga ( per adulti e per bambini) che mi aspetta, per cui riuscire a gustarmi un romanzo, un bel romanzo al mese sarà per me una vittoria.
Ho deciso con che cosa aprirò quest’anno.
Con il mio romanzo preferito in assoluto che rileggerò con passione: “Cent’anni di solitudine” del mio amato Gabriel Garcia Marquez.
Perchè con Marquez si viaggia in mondi fantastici in cui puoi percepire odori e sapori, in cui la sofferenza e il dolore te le senti sulla pelle così come percepisci il piacere come se stessi navigando tra quelle pagine.
Ecco quindi il mio romanzo del mese di cui farò la recensione l’ultimo giorno del mese stesso.

Annunci