Una bellissima storia d’amore

Se vi chiedessero a bruciapelo qual è la più bella storia d’amore, probabilmente rispondereste Romeo e Giulietta. Altri preferiscono Tristano e Isotta o Dante e Beatrice.
Non manca chi ritiene Stanlio e Ollio la coppia più unita, almeno nello schermo, e chi stima la storia d’amore di Cristo per l’umanità l’ultimo, grande mito contemporaneo.
Prima che sulla scena del mondo si recitasse la nostra personale storia d’amore, la più avvincente di tutte, il mondo greco ha cantato gli amori degli Olimpici, il ratto di Elena e l’aspro ritorno di Odisseo da Penelope; il mondo egizio ci ha tramandato l’amore degli sposi-fratelli Iside e Osiride; il mondo latino la favola di Amore e Psiche, il medioevole tragiche vicende di Abelardo e Eloisa, Tristano e Isotta, Ginevra e Lancillotto, Merlino e Viviana. La letteratura ci ha cullati con l’amore di Dante per Beatrice, del Petrarca per Laura, di Don Chisciotte per Dulcinea. Ma nessuno di questi amori ha avuto tanta vitalità da nascere nella culla della nostra antichità europea e giungere intatto ai nostri giorni. L’India ha invece sempre cantato e continua a cantare, un amore e un’avventura che si perdono nella notte dei tempi
.

Il Ramayana è uno dei poemi più antichi dell’umanità e insieme al Mahābhārata è uno dei più importanti testi della mitologia induista.
In esso si raccontano le vicende di Rama, principe e guerriero e della sua sposa Sita.
Erede al trono viene esiliato per quattordici anni.
La sua sposa viene rapita dal demone Ravana.
Così Rāma e Lakṣmaṇa, il fratello, si alleano con il potente esercito delle scimmie e affrontano l’esercito dei demoni, sconfiggendolo e riuscendo a liberare Sita.
Rama è però costretto a ripudiare la sposa, perchè vi è il sospetto che abbia ceduto alle molestie del demone. Sita per provare la sua innocenza e purezza si sottopone alla prova del fuoco, uscendone indenne. Ma Rama, ormai incoronato re è costretto a bandirla dal regno ( ecco il tema del Dharma, di ciò che deve essere fatto in virtù della posizione e del ruolo di Rama, come, nella Bhagavad Gita, Ariuna, il principe-guerriero si trova a dover affrontare nell’esercito nemico parenti e amici).
Rama e Sita sono l’incarnazione del dio Visnu e della dea Lakshmi.
Il loro legame è indissolubile.
Sita accetta l’esilio con dignità, consapevole del grande amore che Rama prova per lei.

La storia di Rama e Sita è la nostra storia.
La loro avventura è una via divina per ogni uomo e ogni donna.

Un libro da leggere per chi è appassionato di letteratura e miti indiani, per chi ha intrapreso o vuole intraprendere un percorso di crescita personale e spirituale.

Annunci

6 pensieri riguardo “Una bellissima storia d’amore

  1. Ho fatto di recente un viaggio in India del Sud, e ho avuto modo di fare ‘conoscenza’ con il Ramayana e Mahābhārata, e son ritornata in Italia con il desiderio di comprarmi questi testi affascinanti. Hai stimolato ancor più la mia curiosità e ravvivato la mia intenzione 🙂

    Mi piace

  2. Oriente, affascina i cuori e profuma di spiritualità…
    Spesso, sul mio blog tra le pubblicazioni quotidiane sull’arte di vivere e sulla nostra esistenza propongo il gusto del pensiero orientale. Ovviamente, visti i tuoi interessi, sei più che benvenuta ad assaporare con noi alcune saggezze e discuterne.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...