Intolleranza al lattosio

Ieri mattina, finalmente, sono riuscita a fare il test per l’intolleranza al lattosio.
Quattro ore di test! Sono tornata a casa sfinita e stavo ovviamente malissimo.
Si, perchè il test consiste nel misurare, ogni mezz’ora circa la quantità di idrogeno, che si forma nell’intestino dopo aver assunto circa 25 g di lattosio ( per chi volesse avere maggiori informazioni consiglio il sito www.maidirelattosio.com).
E così ora il quadro è completo!
Sensibilità al glutine, ai lieviti e intolleranza al lattosio.
Cercare di capire cosa posso mangiare diventa sempre più complicato.
Da ottobre avevo abbandonato, su consiglio della dietologa, la mia dieta vegetariana reintroducendo carne e pesce almeno un paio di volte alla settimana. Continua a leggere “Intolleranza al lattosio”

Annunci

Decorazioni e regali post natalizi

So che arriverà il giorno dell’Epifania (che tutte le feste si porta via) e io sarò ancora lì ad aggiungere o spostare le decorazioni natalizie.
Mi piace troppo la mia casa vestita da Natale. Ogni angolo in cui c’è una luce, una ghirlanda, una candela mi fa stare lì … incantata.
Ieri pomeriggio mi sono ricordata di una decorazione che avevo visto al Viridea qualche giorno fa e in quel momento mi ero detta: ” Ho tutto l’occorrente per farla!”.
E così ho trasformato il tavolo della cucina nel mio piccolo laboratorio e mi sono messa all’opera…

Già che avevo la cucina per aria ho deciso di incartare due regalini che darò a due care amiche domani pomeriggio…

Mi ritengo una persona dotata di una discreta manualità, ma credetemi se vi dico che non sono capace di fare un pacchetto regalo, anche se il regalo ha una forma perfettamente regolare come in questo caso. ci ho provato, giuro che ci ho provato.
Armata di carta da pacco ( la mia preferita per incartare regali), scotch, forbici, nastrini ho cominciato e… questo è stato il risultato…

Un disastro di pacchetto!
Ho pensato allora che avrei potuto realizzare dei sacchetti con la mia carta da pacco e ho cercato su You tube un tutorial-
Trovato!!!

E voilà!
I sacchetti da regalo saranno il mio futuro!!!
La tecnica di piegatura è ancora da perfezionare ma come primo esperimento mi promuovo a pieni voti!!!

Felice giovedì cari amici!

Un anno in 12 immagini

Arrivati all’ultimo giorno dell’anno desidero ripercorrere con voi questo 2017 che stasera ci saluterà.
E vorrei farlo attraverso 12 immagini che ho selezionato dopo aver dedicato ieri del tempo a rileggere ( anche se brevemente ) i post scritti quest’anno.

Gennaio
Dopo diversi tentennamenti dovuti a problemi familiari, inizio il corso di formazione  AIPY per l’insegnamento dello yoga per l’età evolutiva.

Febbraio
Mi faccio il proposito di camminare ogni giorno almeno mezz’ora! Beh! Ci devo ancora lavorare!

Marzo
La bisnonna Maria ci lascia e tornare in collina è un po’ triste senza di lei!

Aprile
Ho iniziato il mio corso privato di yoga per bambini. Ho solo 2/3 piccoli yogi ma la felicità è tanta!

Maggio
Con mia grande gioia, scopro vicinissimo a casa mia, un centro yoga dove posso praticare secondo la tradizione del Satyananda Yoga e vabbè… è proprio il massimo!!!
P.S. Ora il centro di chiama YogaLab- Atelier Yoga Milano.

Giugno
Inizia l’oratorio estivo, un appuntamento che coinvolge tutta la famiglia e accidenti!!!! Quanto ci divertiamo!

Luglio
E’ il mese delle nostre vacanze sulle “mie” colline piacentine, il luogo che amo di più al mondo!
Quest’anno poi ho vissuto un’esperienza tutta particolare!

Agosto
Matilde ed io andiamo alla scoperta dei parchi cittadini.

Settembre
Matilde inizia il secondo anno di liceo artistico e anche questa si rivelerà una bellissima anche se faticosa avventura!

Ottobre
Riprendo la mia attività come catechista in parrocchia con i bimbi di terza elementare. Un nuovo ciclo, una nuova avventura!

Novembre
Concludo il corso di formazione AIPY e che dire! Una felicità immensa!

Dicembre
Metto subito in pratica ciò che ho imparato nel corso AIPY con grande soddisfazione nella mia piccola sala yoga completamente ristrutturata!!!!

Mi guardo indietro e in quest’anno vedo tanta fatica, tante preoccupazioni ma una grande voglia di essere felice, con la mia little family, il mio lavoro, il mio yoga, il mio catechismo.
Concludo l’anno con tanta serenità per aver vissuto un anno intenso, intensissimo.

E il vostro anno come è stato cari lettori?
Condividete nei commenti se vi fa piacere!
E intanto vi auguro di trascorre serenamente questa ultima giornata del 2017!!!
Buon Anno!!!!!!

Decorare la casa per il Natale

Lo scorso week end, finalmente, dopo dieci giorni di immobilità assoluta per via di una bruttissima influenza che mi ha letteralmente bloccata, mi sono potuta dedicare ad un rito che ogni anno mi riempie di gioia: decorare la casa per accogliere il S.Natale.
Ho iniziato il venerdì pulendo per bene casa e poi tra sabato e domenica, insieme a Matilde, ho iniziato a trafficare tra lucine, ghirlande e decorazioni per l’albero.
Come da tradizione mentre lavoravo mi faceva compagnia un film natalizio. Quest’anno ho scelto “Polar Express”…

Ma perchè decoriamo le nostre abitazioni a Natale?
Senza dubbio il periodo che precede il Natale è magico. Se ci sono bambini piccoli poi l’attesa è proprio colma di gioia, di trepidazione.
Quando i figli crescono si perde tutto?
Nel mio caso no!
Il tempo che dedico a decorare la casa come dicevo all’inizio mi riempie davvero di gioia intensa, è come se per un momento dimenticassi i problemi, le preoccupazioni. E’ come se, preparare la casa per festeggiare Gesù che anche quest’anno ritorna, rinnovasse la speranza di un mondo un pochino diverso, un po’ più buono.
Leggevo da qualche parte che decorare la casa in anticipo rispetto al tempo canonico del 7/8 dicembre è tipico delle persone felici. Riporta in superficie il bambino che è in noi.
Io,che solitamente inizio a decorare casa con la prima domenica dell’Avvento Ambrosiano ( cioè a metà novembre), sono senz’altro ancora bambina dentro. Con una gran voglia di giocare, di cantare, di ballare…
Le vicende della vita a volta mi costringono a soffocare queste attitudini e allora nell’intimità della mia casa, vivere anche se per pochi istanti l’euforia del mio essere bambina dentro è una ricarica.
Matilde anche se ormai quindicenne, mi segue…( l’unica cosa che non le piace è la visione del film natalizio…)

E a voi cari amici, piace decorare la casa per il Natale?
Che emozioni provate?
Vi sentite ancora un po’ bambini e vivete il periodo natalizio con entusiasmo?

E visto che ormai è iniziato per tutti….. BUON AVVENTO!!!

Voglia di casa

In queste ultime settimane mi sento una trottola.
Niente di diverso dal solito in effetti, ma ultimamente mi gira quasi la testa dalla quantità di cose che faccio e devo gestire.
Così ieri, mercoledì, giornata che dedico allo shopping con mia madre ( cioè non è che compriamo tutte le settimane, ma curiosiamo e passiamo del tempo insieme), approfittando del fatto che saremmo già state impegnate oggi giovedì a portare mio padre a fare un controllo, abbiamo deciso entrambe di stare tranquille a casa.
Mi ci voleva proprio!
Una volta usciti marito e figlia, ho iniziato a lavorare alla mia tesi AIPY ( già conclusa ma so che controllerò i dettagli fino all’ultimo) e al piccolo presepe che daremo ai ragazzi del catechismo. Si perchè ridendo e scherzando, qui a Milano domenica prossima sarà già la prima domenica d’Avvento!!!

Non mi è sembrato vero di passare in casa così tante ore di seguito ( sono uscita solo alle 14.00 per andare a prendere Matilde a scuola). In compagnia di buona musica ( questo è il periodo delle colonne sonore del compositore Hans Zimmer, ricordate …. Il gladiatore, Pirati dei Caraibi, Inception ecc…) ho vissuto una tranquillità e una calma che mi mancavano proprio.
Me la sono proprio goduta.
E stamattina? Beh! Stamattina sono andata al centro per fare lezione e ho scoperto che i caloriferi non funzionavano. E così le lezioni sono saltate e adesso sono di nuovo a casa.
E dedicherò del tempo anche a questo piccolo nido che è sempre incasinato e poi …. beh! Nei prossimi giorni ritornerò ad essere la solita trottola.
Buon giovedì cari amici lettori!