Rieccomi!!!

Mi sembra un secolo che non scrivo sul blog ma in realtà sono passate solo due settimane.
Ma che settimane!
E’ successo di tutto!
Cose belle e cose meno belle!
Ma con voi preferisco soffermarmi su ciò che è bello e mi rende felice.
E’ iniziato l’oratorio estivo: che stanchezza!
Ci credete che arriviamo alla sera e siamo stracotti. Dico siamo perchè come di consueto tutta la famiglia è impegnata in quest’avventura ( Luca ha preso delle ferie per dare una mano in parrocchia).
Il mio ( anche se quest’anno dovrei dire “il nostro” perchè condivido questo momento con delle meravigliose colleghe catechiste) laboratorio di riciclo creativo sta andando alla grande. Le bambine ( ma anche un paio di maschietti) sono entusiasti …

Abbiamo già fatto una gita ( Leolandia ) e un sacco di attività.
Insomma una …. stancante goduria!
Abbiamo ancora due settimane e chissà se riuscirò a trovare il tempo di aggiornare un pochino il blog.
In ogni caso mi potete trovare sulla nuova pagina Instagram del sito che cercherò di aggiornare quotidianamente!

Buon fine settimana e … buona estate ( che nel frattempo è ufficialmente arrivata!)

Annunci

Alla scoperta di Milano: CityLife

Giovedì, dopo la scuola, appuntamento con Matilde a CityLife.
Il progetto CityLife si inserisce nella riqualificazione dell’area dell’ex-Fiera di Milano che è stata lasciata libera con lo spostamento delle attività fieristiche nel nuovo polo di Rho-Fiera.
Questo progetto dal forte impatto visivo per via dei suoi tre grattacieli, comporterà:
la creazione della più grande area pedonale di Milano, nonché una delle maggiori in Europa, con circolazione di auto e parcheggi esclusivamente ai piani interrati;
il dimezzamento della cubatura preesistente;
la realizzazione del terzo parco centrale milanese.

Si tratta di un vasto spazio che comprende oltre al centro commerciale anche parecchie aree verdi, in cui è possibile passeggiare e ammirare anche frutta e verdura ( vedi Orti Fioriti).
Le mie foto non rendono assolutamente per cui ecco il link al sito ufficiale.

Attimi di serenità

Buon lunedì cari lettori!
Come state?
Io ho cominciato il mio percorso di autoguarigione ( ne parlavo nel post in cui ricordavo il mio compleanno).
Non è facile!
Guardarsi dentro è spesso doloroso.
Ma serve per conoscersi meglio e a questo proposito volevo suggerirvi la lettura di questo post.
Eh gia! Quante volte ho desiderato essere una persona diversa da quella che sono, prendendo spunto da altri oppure ho ammirato la vita “glitterata” di alcune blogger desiderando vivere in un luogo sperduto in un bellissimo bosco ad allevare galline e caprette o su una spiaggia assolata per tutto l’anno con una casa perfetta e una famiglia perfetta.
Chissà se è solo una mia impressione ma tutti gli altri sembrano felici e senza problemi. E invece no. Si tratta sempre di una questione di atteggiamento nei confronti della vita.Comunque una difficoltà che ho negli ultimi tempi è proprio quella di capire bene chi sono, cosa voglio fare della mia vita, come mi devo rapportare con le persone.
Ma passiamo oltre…
Negli ultimi giorni ho cercato fortemente di vivere momenti tranquilli, declinando impegni e dedicandomi all’ascolto di buona musica o semplicemente a passare un pochino di tempo ad accarezzare il mio micio…
Ieri sera in Parrocchia ho assistito allo spettacolo preparato dal gruppo musical. Una serata tranquilla, serena, senza pensieri…
E ne cercherò sempre di più di questi momenti…
Buona settimana!

 

Verso il mio mezzo secolo …

Lunedì prossimo, 21 maggio, compirò 49 anni.
Eh si! Mi avvicino al mezzo secolo e… mezzo secolo di vita è significativo.
E’ inevitabile guardarsi un po’ indietro e curiosare tra i passi fatti e nelle impronte lasciate.
Oh si! Sono cambiata tanto, anche solo nell’ultimo anno.
E non sempre in meglio!
Ci sono aspetti della mia vita in cui sono decisa, sicura, so perfettamente cosa voglio dire e cosa voglio fare.
Altri in cui mi trovo davanti ad un muro di nebbia in cui vedo forme indistinte e confuse.
Una cosa è certa!
La mia salute è peggiorata! Sarà per le intolleranze alimentari, sarà per vicende familiari un po’ traumatiche, sarà perchè somatizzo alla grande ma dire che sto bene….. no… non posso proprio!
Eppure c’è sempre qualcosa che mi fa sperare per il meglio, c’è una forza incredibile dentro che mi fa lottare, che non mi fa arrendere, che, nonostante tutto mi fa sorridere ( no! Ridere di gusto come dicevo in qualche post fa… non ci riesco ancora).
Allora, dicevo che da lunedì solo 365 giorni mi separeranno dai 50 anni.
Vorrei che fossero 365 speciali. Da ricordare per sempre. 365 giorni in cui far affiorare completamente quella forza che sento prepotente ma che a volte fa fatica ad emergere.
Ma come fare?
Il desiderio che sento molto intenso in questo periodo è di ritirarmi a vita privata.
Vorrei dedicare tutto il mio tempo alla mia famiglia: come moglie e madre rispetto alla mia little family e come figlia e nuora rispetto alle nostre famiglie di origine; al mio lavoro come insegnante di yoga per gli adulti e per i bambini ( quanti progetti per l’autunno!); al mio caro e amato ruolo di catechista; alla mia casa che da sempre è quella che ci rimette.
Molto probabilmente non sarò così assidua nell’aggiornare il blog.
E’ come se sentissi il bisogno di riscoprire il mio mondo interno ( come suggerisco sempre alle mie allieve), la mia dimensione più prettamente spirituale e intima.
La sento come una via per acquisire forza: fisica, mentale e spirituale.
Allora, buon compleanno a me e un sincero arrivederci a voi, cari lettori!
Io inizio il cammino verso il mio mezzo secolo….

La filosofia di vita di Tao Porchon-Lynch

Ieri, una mia allieva, è arrivata a lezione dicendo: “Sai Catia ho visto su Internet la foto dell’insegnante di yoga più anziana del mondo. Ha 99 anni! E mi sono immaginata te a 99 anni con noi allieve ultracentenarie qui in Polisportiva a praticare ancora yoga!!!”.
Situazione inverosimile ma simpatica da immaginare!
Nel pomeriggio ho condiviso sul gruppo di WhattsApp dello yoga la foto di Tao Porchon- Lynch, l’insegnante di yoga più anziana del mondo appunto e qualcuno ha chiesto: “Sarà merito dello yoga?”.
Non credo che una vita longeva sia frutto solo della pratica dello yoga. Sicuramente lo yoga aiuta a stare in salute e in forma e agendo a livello mentale aiuta a vivere le situazioni della vita senza caricarci di eccessivo stress e questo incide ovviamente anche sul benessere fisico.
Quello che colpisce di questa simpatica vecchietta è il suo viso sereno, disteso e il suo entusiasmo rispetto alla vita.
E’ questo che secondo me più di tutto fa la differenza ( certo, ci vuole anche una buona dose di fortuna rispetto alla longevità).
Tempo fa leggevo su un blog che seguo, Mattina nascente, i punti che riassumono la sua filosofia di vita.
Credo che siano degli ottimi spunti per tutti noi! Continua a leggere “La filosofia di vita di Tao Porchon-Lynch”