Buona Pasqua!

Mi sembra una vita che non scrivo sul blog ma in realtà è passata solo poco più di una settimana.
E che settimana!
Sempre di corsa tra lezioni yoga per adulti e bambini, corso di formazione AIPY, assemblee al liceo della Mati, colloqui con i professori, porta il nonno a fare un controllo, comincia a preparare il ritiro pre-Cresima.
Insomma arrivo alla sera sfinita e alle 10.00 ( a volte anche prima) crollo addormentata sul divano.
Mi piace tutto questa “attività” sia ben chiaro ma effettivamente sfinisce.
E chi trova poi il tempo e le energie per aggiornare il blog?
Ma oggi mi sono voluta fermare anche solo un attimo.
Domani iniziano le vacanze pasquali e spero saranno giorni rilassanti.
Era doveroso passare di qui e augurare anche a voi, cari lettori, di trascorrere i prossimi giorni di festa nella serenità e nella calma.
La Pasqua rappresenta la vita, la rinascita e allora anche io ne voglio trarre proprio questo spirito.
Energie purificate e rinnovate!

Buona Pasqua!
Ci risentiamo dopo le vacanze!

Cambio di rotta ovvero come adeguarsi ai cambiamenti

wallpaper5x4-21

Quando ho aperto questo blog l’obiettivo era quello di condividere con altri genitori l’esperienza dell’avventura scolastica.
E mi si è aperto un mondo.
Parole come apprendimento, educazione libertaria, homeschooling hanno cominciato ad affascinarmi e anche se noi non abbiamo vissuto l’esperienza della scuola familiare ho davvero imparato tanto da chi invece ha intrapreso il percorso e attinto tantissimo per applicare poi in quello che avevamo definito forse impropriamente un “homeschooling part time”.
Qualche tempo dopo è iniziata un’altra aventura cioè quella della dislessia e questo ha portato ad un cambiamento anche nei contenuti del blog. Ed era normale.
Ho passato mesi e mesi a studiare, leggere, cercare informazioni, confrontarmi e il blog era diventato anche lo strumento con cui “sfogarmi” visto che l’esperienza non è stata sempre tutta rose e fiori.
Mi sono poi divertita molto a pubblicare le nostre mappe, i nostri schemi, i nostri lapbooks ecc…
E ora?
Ora le cose sono cambiate tanto.
I primi mesi del liceo mi hanno fatto capire che Matilde ha sempre meno bisogno di me, almeno come supporto allo studio.
Le materie artistiche, tante, la tengono molto occupata e quindi io mi limito ad aiutarla a studiare storia, geografia, scienze, matematica mentre per italiano e inglese se la cava benissimo da sola avendo trovato le sue personali strategie per compensare le sue personali difficoltà.
Ovviamente di questo sono molto contenta perchè significa che si sta avviando ad una piena autonomia.
Credo che anche il blog “risentirà” di questo cambiamento.
Probabilmente pubblicherò meno articoli “scolastici”.
Ma ci sta.
Tutto cambia, tutto si modifica e si trasforma.
Anche la vita “bloggosa” di una mamma homeschooler part-time.
Vorrà dire che parlerò un po’ più di me, del mio percorso di yogini, di insegnante ( sotto questo aspetto si prospetta un 2017 interessante), di catechista, dei miei slanci creativi ( ora che si avvicina il Natale) e comunque di me, mamma di un’adolescente che ha ancora voglia di essere abbracciata e coccolata.
Mi seguirete lo stesso vero?

Un’estate di lavoro e meditazione

IMG_7183

Concluse le operazioni di riordino e di pulizia, finalmente posso cominciare a pensare alla realizzazione di alcuni miei progetti con scadenza autunnale.
In questo post vi avevo parlato del mio obiettivo di realizzare alcuni desideri prima di compiere i cinquant’anni.
Ebbene, uno di questi ha preso forma nella mia mente e ora si tratta ( operazione alquanto complicata per me) di concretizzarla per iscritto.
Sto parlando della realizzazione del libro sulla mia esperienza di catechista, sul mio metodo e su cosa per me è importante nella trasmissione dei valori cristiani ai ragazzi che seguono il percorso dell’iniziazione cristiana.
Non sarò sola.
Il sacerdote che segue la catechesi ( o meglio che l’ha seguita finora ma che a settembre verrà trasferito per adempiere ad altre mansioni) mi aiuterà.
Sarà, come dire… il mio correttore di bozze.
Questa è una garanzia di successo ( non nel senso che aspiro ad un best seller!!!).
Un altro progetto su cui lavorerò sarà la creazione di un fascicoletto che racchiuderà la mia esperienza di yoga per bambini fatta in una scuola materna qualche anno fa. Il progetto si chiamava “L’arcobaleno dello yoga” ( forse qualcuno se lo ricorderà, ma se siete curiosi ne avevo parlato qui).
Voglio realizzare questo fascicolo perchè mi è stato chiesto di lavorare ancora nella scuola primaria presso la quale ho presentato il progetto “Amica terra, amico yoga” due anni fa.
L’insegnante quest’anno riprende la prima classe e il progetto sui colori dell’arcobaleno è più che adatto.
Il fascicolo avrà una copertina disegnata da Sybille, ormai mia illustratrice ufficiale.
Di questa copertina mi ha spedito anche l’originale che è stato incorniciato …

IMG_7180

IMG_7181

Mi piace essere impegnata. Mi piace avere dei progetti da realizzare. Mi piace lavorare per e con i bambini.
Nelle prossime settimane riprenderò anche la sana abitudine di alzarmi qualche minuto prima al mattino per meditare e praticare yoga.
Ultimamente ho trascurato questo aspetto importantissimo della mia vita e gli effetti si sono fatti sentire.
Sono un po’ più nervosa e irritabile.
Inoltre gli eventi della scorsa settimana ( la tragedia di Andria e l’attentato a Nizza) mi hanno scosso profondamente. Continuo a pensare a quella gente annientata, a quelle vite spezzate.
In uno dei miei ultimi post dicevo che la mia vita è perfetta, nonostante tutto. Continuo a pensarla così, ma sarei una bugiarda se dicessi che sono completamente tranquilla.
Mi rifugio nella preghiera e nel lavoro.

Il mio sogno… naturale

IMG_4067

Ho comprato un libro la settimana scorsa.
Si intitola “Vivere la natura” ed è di Joseph Bharat Cornell, educatore, scrittore e fondatore di Sharing Nature Worldwide, uno dei programmi di consapevolezza ambientale più famosi e apprezzati nel mondo.
Parlavo proprio ieri di consapevolezza e in effetti i più alti momenti di consapevolezza per me sono quelli che sperimento quando sono in collina.

Lì il contatto con la natura è immediato, è più presente, da quando ti svegli al mattino con il canto del gallo e il muggire delle mucche dei nostri vicini a quando ti addormenti coccolato dal suono delle cicale.
Del libro di cui parlavo mi riservo di fare la recensione per uno dei primi “Venerdì del libro” di settembre, ma so già che mi piacerà da morire.
Nel frattempo attendo con ansia di ritornare in collina domani.
Questa settimana è passata lentissimamente e non posso dire di essermi annoiata perchè questo non succede mai ( nel bene e nel male) ma sono stati giorni un po’ pesantini e non vedo l’ora di scrollarmeli di dosso.
Devo essere sincera! La città mi sta un po’ spegnendo.
Ma per ora non posso che sognare una vita in collina.
Il lavoro di Luca, la scuola di Matilde e tutti i nostri impegni familiari e parrocchiali per ora ci tengono legati qui, ma chissà che prima o poi…
L’unica promessa che posso farmi è quella di sfruttare al massimo i momenti in cui posso godere della bellezza e della serenità di questi luoghi meravigliosi.
Intanto guardo e riguardo le immagini delle mie colline, della mia vita lassù, ansiosa di catturarne ancora nel nostro fine settimana…

IMG_3804

IMG_3964

IMG_4085

IMG_4098

IMG_4104

IMG_4113

IMG_4114

IMG_4092

Arrivederci a lunedì, cari amici!

Maggio? Quanta vita!

IMG_4749

Domani inizia il mio mese preferito in assoluto.
Sarà perchè è il mese del mio compleanno e di tante persone a me care ( a proposito non dimenticate di fare gli auguri, domani, 1 maggio, alla cara Sybille!).
Quest’anno maggio sarà il mese in cui i miei ragazzi di catechismo si accosteranno per la prima volta all’Eucarestia e sono molto emozionata e felice.
Maggio è il mese delle feste di fine anno e delle pizzate in compagnia.
Maggio è l’ultimo mese di scuola con tutte le sue fatiche ma anche con le gioia di chi ha lavorato bene tutto l’anno e pregusta le meritate vacanze.
Maggio sarà per me un mese mooooolto impegnativo.

Il mio progetto “Amica Terra, Amico Yoga” sta aspettando di essere messo nero su bianco. L’obiettivo infatti è creare un fascicolo che illustri nei dettagli l’intero progetto da lasciare alla scuola in modo che i genitori possano visionarlo e perchè no, anche le insegnanti per possibili collaborazioni future.

Amica terra amico yoga

Maggio sarà il mese in cui le molte idee per il mio laboratorio all’oratorio estivo dovranno essere concretizzate.
Non vi ho ancora detto che il tema dell’oratorio estivo di quest’anno sarà “Tutti a tavola. Non di solo pane vivrà l’uomo”.
La Diocesi di Milano ha cercato di mettersi in sintonia con l’evento dell’EXPO 2015 proponendo anch’essa il tema del nutrire.

image

“Vogliamo introdurre i ragazzi dei nostri oratori al concetto di «nutrimento per la vita» a partire dal gesto quotidiano del mangiare, sviluppando un percorso che abbia il suo fondamento nei testi della Scrittura. Questo percorso biblico parte con l’invocazione del Padre nostro, «dacci oggi il nostro pane quotidiano» e si conclude proponendo l’«esercizio» che Mosè fece compiere al popolo di Israele prima di entrare nella terra promessa: ricordare il cammino percorso (Dt 8). Facendo memoria dei quarant’anni nel deserto, Israele apprende che «non di solo pane vivrà l’uomo», come recita il sottotitolo dello slogan 2015.

Attraverso l’incontro con diversi passi della Scrittura, i ragazzi scopriranno che per nutrire la loro vita, quindi per star bene, dovranno (anche) «andare oltre» l’istinto del cibarsi, per scoprire i significati e le grandi sfide che il Signore ha pensato per ciascuno di noi; l’obiettivo sarà così giungere a conclusione dell’oratorio estivo facendo memoria del cammino compiuto e comprendendo che «non di solo pane vivrà l’uomo» ma anche di parole, relazioni, sguardi…

Al di là delle argomentazioni molto importanti della scelta del tema da parte della Diocesi io sono convinta che il momento del cibarsi a tavola acquisisca un significato importante se diventa un momento condiviso all’interno delle famiglie ( a volte la cena diventa l’unico momento in cui le famiglie si ritrovano) e allora abbellire la tavola con una bella composizione di fiori impreziosisce il momento, lo rende più colorato e allegro.
Quindi impegnerò le bambine del laboratorio nella creazione di composizioni a partire dalla realizzazione del contenitore ( vasetto, scatola, bottiglia ecc…) fino all’atto del disporre i fiori, atto che diventa attenzione ai gesti e al momento presente ( l’ikebana insegna).
Ovviamente vi terrò aggiornati sui progetti e sull’andamento dell’oratorio estivo che quest’anno si prospetta molto interessante e molto impegnativo. E poi sarà il primo oratorio estivo in cui Matilde parteciperà come animatrice!

Insomma un mese di maggio strapieno di impegni…., che sarà denso di emozioni, che sarà colmo di vita!
Auguro un buon primo maggio a tutti voi!
Ci risentiamo lunedì!!!!