Prospettiva angolare

IMG_4167

Ben ritrovati amici e buon giovedì!
Vi ricordate il post in cui raccontavo di aver portato Matilde a Brugnello per cercare ispirazione per un compito di arte sulla prospettiva angolare?
Ebbene, da quella gita in effetti non ha tratto nessuna ispirazione avendo poi scelto in piena autonomia il soggetto da rappresentare e cioè … la nostra casa in collina.

Un pomeriggio è uscita con la macchina fotografica e ha fatto alcune fotografie.
Ha poi scelto questa…

IMG_4065

e l’ha copiata rispettando perfettamente la prospettiva angolare in cui l’oggetto rappresentato è visto d’angolo appunto e i punti di fuga sono due e sono posti sulla linea dell’orizzonte.
Se siete curiosi ( come me ) di vedere esattamente in che cosa consiste la prospettiva angolare cliccate qui!

Brava la mia piccola artista!!!!

Auguro a tutti voi di trascorrere un serenissimo Ferragosto!

Annunci

… agosto off line …

IMG_3935

Cari amici,
la nostra permanenza in collina sta per concludersi.
Domenica mattina torneremo a Milano.
Ci aspettano tanti impegni in quello che sarà un agosto pieno.
E’ stato bello condividere i nostri momenti vacanzieri con voi ma adesso abbiamo bisogno di un periodo di web detox.
Ecco perchè il blog si prende una pausa… compiti.
Si, perchè i compiti delle vacanze di Matilde ancora da esaurire sono tanti e richiederanno un impegno costante per tutta l’ultima parte dell’estate.
Anche io voglio essere concentrata e presente per aiutarla dove e quando sarà necessario.

Ci risentiamo a settembre per riprendere a raccontarvi le nostre avventure più o meno scolastiche!
Buona continuazione d’estate!

P.S. Buone vacanze a tutti da Matilde!!!

… in cerca d’ispirazione…

A Matilde è stato assegnato un compito di arte che richiede di riprodurre un luogo delle vacanze ( un paesaggio, un particolare, un edificio ecc…) utilizzando la prospettiva angolare.
Abbiamo pensato allora di portarla a fare una gita in un piccolo paese in Val Trebbia, Brugnello. Si tratta di un paesino molto caratteristico, arroccato su una collina, con case in sasso molto, ma molto carine, con porte di legno decorate e con pietre colorate che compongono allegri disegni sui sentieri che lo attraversano e dal quale si gode di un panorama stupendo sul fiume Trebbia che scorre proprio sotto.
Ho scattato molte foto, per mio diletto ma anche alla ricerca della prospettiva angolare migliore…

IMG_4038

IMG_3983

IMG_3985

IMG_3986

IMG_3987

IMG_3994

IMG_3999

IMG_4000

IMG_4001

IMG_4003

IMG_4002

IMG_4005

IMG_4027

IMG_4030

IMG_4006

IMG_4009

IMG_4010

IMG_4012

IMG_4031

IMG_4034

IMG_4044

Non è carinissimo questo paesino?
Sulla via del ritorno essendo di strada ci siamo fermati a Bobbio, dove abbiamo visitato (direi per l’ennesima volta) il monastero e la basilica di San Colombano…

IMG_4054

IMG_4053

IMG_4050

IMG_4051

IMG_4052

IMG_4055

San Colombano è arrivato dalla verde Irlanda ad evangelizzare l’Europa approndando nell’Italia settentriale.
A Bobbio è morto nel 615.
Nella cripta della basilica ci sono le sue spoglie.
Senza dubbio Bobbio ha un che di magico e suggestivo e non mi stupisce che anche un’artista, da me molto amata, come Loreena McKennit ne sia rimasta impressionata, tanto da scrivere un canzone dopo la sua visita.
La canzone si intitola ” Skellig”.
E’ bellissima e la voglio condividere…

… quando fa caldo…

Il caldo ha raggiunto anche le nostre colline.
Purtroppo non sono riuscita a stare in giardino come avevo programmato perchè ci sono momenti in cui l’aria è completamente assente, è tutto fermo e quasi si fa fatica a respirare.
Allora stiamo in casa e ci rilassiamo.
Leggiamo, giochiamo, guardiamo un po’ di tv, facciamo qualche compito e merende fresche fresche.
Ogni tanto provo ad uscire a scattare qualche fotografia e quello che mi ha conquistata in questi ultimi giorni è stato il cielo.
Sereno, nuvoloso, molto nuvoloso ( tanto che ho sperato nella pioggia)…

IMG_3945

IMG_3944

IMG_3946

IMG_3947

IMG_3950

IMG_3952

IMG_3955

IMG_3949

Felice martedì a tutti voi ( sperando che faccia un pochino meno caldo)!

… annodando japa mala…

Nel week end mi sono dedicata a creare due japa mala per Luca.
Una promessa fatta ormai … tanto tempo fa e che era ora di mantenere.
Che cos’è la japa mala?
La japa mala è il rosario buddhista e induista composto da 108 grani.
Il numero 108 è composto dalle cifre 1, 0 e 8 che hanno un significato particolare.
1 indica la realtà, l’individuo
0 rappresenta il Samadhi, lo stato di annullamento dell’ego
8 indica la Natura Creativa, l’Infinito.

Oltre ai 108 grani c’è un grano diverso o più grande che si chiama Bindu

La japa mala viene utilizzato per recitare i mantra,per ogni grano si recita un mantra fino al Bindu e poi si ritorna indietro.
Per avere ulteriori informazioni sul japa male, su come si usa e il simbolismo ad esso legato potete consultare questo sito.
Mentre se volete vedere japa mala straordinari andate qui

Esistono japa mala bellissime in commercio.
Le mie ovviamente sono decisamente artigianali e devo perfezionare la realizzazione delle nappine, ma come ha detto Luca “Sono state fatte con amore, per cui sono bellissime!”
Annodare una japa mala è un atto decisamente yogico.
Il mio respiro si è calmato ed è iniziata una spontanea meditazione.
Su un oggetto particolare, cioè i grani.
Infilare il cordino, fare scorrere la perla sul filo e poi annodare.
Inspiro, espiro, inspiro, espiro.
Non ho praticato hatha yoga nel week end per via del troppo caldo ma è stato come se l’avessi fatto.
Credo che ripeterò presto quest’esperienza!

IMG_3925

IMG_3926

IMG_3927

IMG_3929

IMG_3930

IMG_3932

IMG_3938

IMG_3939

IMG_3941

IMG_3933

Donare un mala a qualcuno è un gesto molto importante, profondo, che proviene dal cuore : significa prendersi cura e avere a cuore la persona a cui lo si dona.
Quindi, sia che decidiate di donarlo, sia che lo riceviate in dono, trattatelo sempre con molta cura e abituatevi ad indossarlo anche in momenti diversi dalla meditazione in quanto tale.
Vi donerà una sensazione di profondo calore e benessere.
Vi farà sentire in ogni istante a “Casa”.
Namastè

(www.myyogamood.wordpress.com)