“Il fiore che amava sognare” e ” La gufetta blu”

Oggi vi voglio parlare di due libri per bambini davvero molto graziosi.
L’autrice, Rachele Favero, padovana, mamma di due bimbi scatena la sua fantasia in brevi racconti che nascono quasi per caso, in cui i protagonisti sono animaletti, bambini, macchinine….
I suoi racconti hanno una morale. Semplice, definita…
Quelli che piacciono a me, Insomma.
E se poi dalla storia riesco a trarre anche una sequenza yoga per le mie piccole yogini, il gioco è fatto.

Ne “Il fiore che amava sognare” abbiamo un bellissimo fiorellino e molto speciale.
Amava tanto sognare.
Sognare di volare, con le farfalle, in alto nel cielo in compagnia delle nuvole.
Un giorno, un vento fortissimo portò via tutti i suoi petali e anche la sua unica foglia.
Che tristezza per questo piccolo povero fiore!
Ma poi….

Beh! Non ve lo racconto tutto!
Posso solo dire che il piccolo fiore ha imparato che non tutto nella vita avviene per farci stare male e che anche dalle situazioni che ci sembrano molto brutte possono nascere occasioni di crescita e forse anche qualche sogno si avvera.

La gufetta blu” è sempre molto indaffarata.
Si è presa il grande impegno di raccogliere i desideri di tutti, i sogni nel cassetti, le idee mai realizzate.
Di notte cattura tutto questo e di giorno lo custodisce.
Il risultato è che non riposa mai ed è veramente, veramente stanca.
Fino a quando non incontra sul suo cammino un orsetto pulitore che …

I libretti sono piacevolissimi.
La morale è un buon consiglio per i bambini e un efficace reminder per gli adulti.

Li consiglio!

Rachele Favero
“Il fiore che amava sognare”
“La gufetta blu”
Editrice il Torchio

Questo post partecipa all’iniziativa “Il venerdì del libro” di Homemademamma.

Annunci